Carla Bianchi, candidata per caso a 71 anni dopo una cena con Silvio

Liste Lombardia, Sorte lascia Milano per Roma, e a Misano si aprirà una succursale del Parlamento: un paese, due candidati per Montecitorio e Palazzo Madama. Una figlia d'arte e una deputata... per caso. Scelta direttamente da Silvio.

Carla Bianchi,  candidata per caso a 71 anni dopo una cena con Silvio
Treviglio città, 29 Gennaio 2018 ore 17:59

Liste Lombardia, Alessandro Sorte lascia Milano per Roma, e a Misano si aprirà una succursale del Parlamento: un paese, due candidati per Montecitorio e Palazzo Madama. Una è Daisy Pirovano, figlia “d’arte” dell’ ex senatore Ettore. L’altra, una candidata deputata “per caso”, scelta direttamente da Silvio Berlusconi: la 71enne Carla Bianchi (nella foto sopra).

Politiche Bergamo, le liste del centrodestra

Cominciano ad intravedersi le liste ufficiali per le prossime elezioni politiche, i cui termini per la presentazione scadono oggi, lunedì. Per quanto riguarda i collegi della Bassa (Treviglio e Romano) sono almeno due le notizie decisamente sensazionali nello schieramento di centrodestra. Alcune, anticipate abbondantemente nelle ultime settimane soprattutto in casa Forza Italia.

Fermata ospedale
L’assessore Alessandro Sorte (Forza Italia)

Sorte e la scalata alla Camera

La prima è che l’assessore regionale Alessandro Sorte mollerà la Regione per tentare la scalata a Montecitorio. Sarebbe infatti lui il candidato per il centrodestra nel collegio uninominale di Romano, per la Camera. Blindatissimo, il nuovo collegio uninominale, che dovrebbe garantire per l’assessore uscente ottime probabilità di diventare deputato il 4 marzo.

Pirovano, figlia d’arte al Senato

daisy pirovano Lega Nord
Daisy Pirovano Lega Nord

Coupe de theatre invece in casa Lega Nord. Candidata nella lista proporzionale per il Senato in provincia di Bergamo troviamo infatti Daisy Pirovano, “figlia di tanto padre” Ettore. Anche per lei le probabilità di entrare a Palazzo Madama sono altine: è infatti in seconda posizione, subito dopo Roberto Calderoli. Terzo posto nella lista plurinominale della Lega Nord si troverebbe invece Toni Iwobi, l’assessore italo-nigeriano di Spirano. Alla Camera, invece, il listino proporzionale vede Christian Invernizzi di Arcene, Simona Pergreffi, Alberto Ribolla e Rebecca Frassini.

Romano a Forza Italia, Treviglio alla Lega

Nei collegi uninominali il candidato è invece di coalizione. Il collegio per la Camera di Romano andrà come detto a Forza Italia, con Sorte. Treviglio invece sarà espressione del Carroccio, che probabilmente schiererà per la Camera   la dalminese Claudia Terzi. Spostandosi a nord della Provincia, il collegio di Albino sarebbe blindato da Daniele Belotti (Lega) mentre Stefano Benigni (Forza Italia) la tenterà in città a Bergamo.
E al Senato?  Candidatura blindata da Alessandra Gallone (FI) a Bergamo.   Simona Pergreffi (Ln) a Treviglio.

Gli azzurri in lizza

La seconda notizia abbastanza clamorosa è quella della candidatura di Carla Bianchi nel listino proporzionale della Camera. Intanto perché la candidatura dell’azzurra di Misano farebbe del paese probabilmente uno dei più rappresentati Comuni d’Italia, con due parlamentari per poco più di tremila abitanti.
Ecco i nomi, intanto. Nel listino degli azzurri dovrebbero finire Gregorio Fontana (sicuro, in prima posizione) e Maristella Gelmini. Terza in lista, con poche ma non inesistenti possibilità di essere eletta, c’è Carla Bianchi.

Deputata per caso?

Ma chi è Carla Bianchi? Settantuno anni lo scorso ottobre, abituata a lavorare nell’ombra del volontariato più che sotto le luci della ribalta politica locale, Bianchi sembra la nemesi delle (tante) show girl azzurre prestate alla politica. A decidere di inserirla in lista, si narra nei corridoi, sarebbe stato lo stesso Silvio Berlusconi, che l’ha conosciuta durate una cena nella sua tenuta di Arcore, nelle scorse settimane.  Cena alla quale Bianchi era stata presentata da alcuni amici comuni al Cavaliere, senza aspettarsi molto di più che un autografo. E invece è arrivata la chiamata. Attivissima nel volontariato misanese, è stata membro della consulta della Bcc Treviglio (si è dimessa ieri, domenica, per incompatibilità ndr), e ha prestato servizio nelle attività benefiche di Girasole, Lago Gerundo e di diverse altre associazioni locali. Vedova, non ha mai fatto politica attiva anche se da diversi anni ha in tasca la tessera di Forza Italia. Ma a Silvio è piaciuta subito. “Mi metto a disposizione per dare credibilità alla lista”  ha detto. “Non voglio un posto al sole”. Leggi l’intervista sul Giornale di Treviglio in edicola da venerdì 2 febbraio.

E gli altri? Ecco la situazione nel Pd, nel M5S e in Leu

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia