Politica
Maltempo

Le grandinate estive causano danni per 4 milioni di euro, ora si attende il ristoro dallo Stato

A darne notizia è l'assessore regionale Rolfi: "Ora attendiamo un adeguato ristoro da parte dello Stato".

Le grandinate estive causano danni per 4 milioni di euro, ora si attende il ristoro dallo Stato
Politica Treviglio città, 13 Dicembre 2021 ore 10:27

Chicchi di grandine eccezionalmente grandi, vento forte e pioggia torrenziale. Questi gli ingredienti distruttivi degli eventi atmosferici che tra luglio e agosto hanno messo in ginocchio l'agricoltura bergamasca con danni stimati fino a 4 milioni di euro. Ora anche il Ministero delle Politiche agricole ha riconosciuto l'eccezionalità delle precipitazioni.

Agricoltura in ginocchio

"Il ministero delle Politiche agricole ha riconosciuto il carattere di eccezionalità degli eventi calamitosi registrati in provincia di Bergamo questa estate, soprattutto alle strutture aziendali delle imprese agricole. Le grandinate di luglio e agosto hanno causato danni per oltre 4 milioni di euro".

Lo ha dichiarato l'assessore regionale lombardo all'Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi Fabio Rolfi, in merito al decreto del ministero di declaratoria sulle eccezionali avversità atmosferiche verificatesi con le grandinate del 7, 8, 25 e 31 luglio 2021 e del 2 e 16 agosto 2021.

Eventi straordinari che avevano coinvolto i Comuni di Arcene, Bolgare, Boltiere, Brembate, Camerata Cornello, Canonica d’Adda, Carobbio degli Angeli, Chiuduno, Credaro, Fara Gera d’Adda, Gandosso, Gorlago, Grumello del Monte, Lurano, Osio Sopra, Osio Sotto, Scanzorosciate, Schilpario, Spirano, Trescore Balneario, Treviglio, Vilminore di Scalve.

Rolfi: "Ora attendiamo adeguato ristoro"

"La Regione Lombardia si era immediatamente attivata per raccogliere tutte le informazioni e verificare i danni subiti dal comparto agricolo al fine di stimare l'incidenza - ha aggiunto Rolfi - Sono stato in provincia di Bergamo a fine luglio per verificare di persona i danni subìti dalle aziende agricole. Avevo garantito risposta immediata da parte della Regione Lombardia ed è arrivata. Ora auspichiamo un ristoro adeguato da parte dello Stato. Stiamo parlando di una delle zone agricole più importanti d'Italia. Dobbiamo salvaguardare il reddito e la continuità aziendale delle imprese agricole".

"Per le gelate primaverili è stato riconosciuto un ristoro pari al 20% dei danni subiti dagli agricoltori, una cifra non adeguata - ha concluso - Mi auguro che lo Stato provveda in questo caso a destinare cifre che possano rappresentare un vero risarcimento per le nostre imprese colpite in maniera forte proprio nel periodo dell'anno più importante per l'attività aziendale".