Menu
Cerca

Lavori Vailate: "Come la tela di Penelope..."

La minoranza bacchetta l'Amministrazione sulle opere pubbliche. I bandi? Un'occasione persa.

Lavori Vailate: "Come la tela di Penelope..."
Politica Cremasco, 18 Gennaio 2018 ore 10:51

Lavori Vailate: "Come la tela di Penelope..." Lo ha sostenuto Franco Cerri, consigliere del gruppo di minoranza  “Muoviamoci” al termine di un acceso dibattito in sede di Consiglio comunale mercoledì sera.

Come la tela di Penelope...

“I lavori che l’Amministrazione comunale dovrebbe cominciare a far svolgere somigliano alla tela di Penelope. Ogni volta che sembra di essere arrivati a una conclusione si deve invece ricominciare da capo perché qualcuno ha perso il bandolo della matassa”, ha detto Cerri. All’ordine del giorno l’approvazione dei verbali della seduta del 29 novembre, la modifica alla variazione di Bilancio per il prossimo triennio e la valutazione del Piano triennale delle opere pubbliche previsto dall’attuale Amministrazione comunale guidata da Paolo Palladini.

Opere pubbliche sotto la lente

Gli interventi riguardano la riqualifica dell’ex asilo Zambelli Ferri e i lavori della palestra di via Dante. I membri dell'opposizione “Muoviamoci” hanno votato contro le proposte della giunta perché “al solito manca una programmazione".

"I lavori di riqualifica dell’asilo Zambelli e della palestra stanno andando a rallentatore. Inoltre rispetto a quanto dichiarato nell’ultimo Consiglio comunale - ha poi proseguito Franco Cerri - tra i nuovi documenti forniti in merito al Piano triennale delle opere si riscontra una variazione di spesa rispetto a quanto stabilito in precedenza pari a 300mila euro per quanto riguarda il rifacimento dell’impianto sportivo di via Roma. Se a questi si aggiunge anche la variazione di Bilancio si arriva a una spesa complessiva di 440mila euro, sommando anche le spese per sistemare i parco giochi".

Un'occasione persa

"La spesa per la riqualifica delle palestra di via Dante e che rientra nella variazione di Bilancio è pari a 125mila euro. Ci domandiamo come l’Amministrazione comunale di Paolo Palladini pensi di recuperare una cifra del genere. Riscontriamo ancora una confusione di idee e mancanza di programmazione”, ha concluso. La minoranza ha sottolineato anche come lo stesso consigliere Mauro Berticelli stesso, consigliere comunale, abbia detto che i bandi siano stati persi dal Comune per una scelta errata dei tecnici.

“Il bando più generoso perso, pari a 800mila euro, è stato quello riguardante il rifacimento dell’ex asilo Zambelli Ferri - ha proseguito ancora Franco Cerri - ed è stata un’occasione persa per poter cominciare e portare a termine questa opera pubblica della quale si parla ormai da anni”.