La tangenziale di Verdello sarà realtà entro due anni

L'annuncio poco fa in conferenza stampa a Verdello

La tangenziale di Verdello sarà realtà entro due anni
Politica 20 Ottobre 2017 ore 15:57

"Entro la fine del 2019 la tangenziale di Verdello diventerà realtà". Ad annunciarlo poco fa in conferenza stampa il sindaco Luciano Albani e l'assessore regionale alla Viabilità Alessandro Sorte.

Un problema di tutti i bergamaschi

"La tangenziale di Verdello risolve un problema di tutti i bergamaschi - ha detto Sorte - Verdello ha ottomila abitanti ma i veicoli in transito sulla strada sono 40mila. È un'opera così importante che a livello istituzionale qualcuno ha anche ipotizzato che possa rendere inutile l'autostrada Bergamo-Treviglio. Non entro nel merito di questa affermazione, ma è emblematica della portata dell'opera". "È una fantastica giornata - ha detto il sindaco Luciano Albani - abbiamo creduto  nel progetto e l'abbiamo sostenuto fin dall'inizio, rifiutandoci di accettare soluzioni palliative. La tangenziale di Comun Nuovo proposta dalla Provincia non avrebbe risolto il problema del traffico da Treviglio. Su 40mila veicoli solo il 20% sarebbe stato spostato fuori dal centro".

"La tangenziale di Verdello non era tra le priorità della Provincia"

"Nei 6 milioni chiesti da Rossi e Gori per la provincia di Bergamo - ha detto Sorte - la tangenziale di Verdello non era compresa. La Regione ha deciso peró di impegnare il 10% dei fondi stanziabili senza passare dalle Province (il 20% del totale del Patto) per la soluzione di questo problema. Per noi Verdello è una delle criticitá più grandi della bergamasca".

"Il patto per la Lombardia era l'ultimo treno disponibile"

"Meglio tardi che mai - ha commentato Giacomo Stucchi - il patto per la Lombardia era l'ultimo treno che potevamo prendere per portare a casa questi fondi. Anche se da noi si dice piutóst che negot l'è mei piutóst, la variante di Comun Nuovo non era una soluzione lungimirante. Bene ha fatto il sindaco Albani a non accettarla. Il sindaco ha fatto delle scelte coraggiose per i suoi cittadini, rifiutando soluzioni palliative e dando la disponibilità anche alla realizzazione dello scalo merci in cambio della tangenziale. Quel progetto è stato bloccato dal comune di Levate che non ha voluto asfaltare 200 metri, questa era l'ultima occasione. Grazie all'impegno di Sorte sono stati stanziati per Verdello più fondi che quelli destinati all'intera provincia di Varese. Non è uno spot elettorale, è un'opera che viene realizzata dopo 30 anni di attesa grazie a persone che hanno saputo valutare le problematiche andando oltre al numero degli abitanti del Comune di Verdello".