Menu
Cerca

La scuola è finita, il sindaco esulta

La struttura era pronta da tempo. Ma alcune questioncine burocratiche hanno posticipato l'inaugurazione.

La scuola è finita, il sindaco esulta
Politica 02 Novembre 2017 ore 15:34

La scuola è finita, il sindaco esulta. La corsa contro il tempo è stata vinta e il primo cittadino di Cortenuova Gian Mario Gatta può finalmente dirsi soddisfatto. Insieme a lui la ditta costruttrice, i tecnici e la comunità intera. Perché se prima c’era ancora uno spiraglio di dubbio, oggi si può parlare con assoluta certezza: «la scuola è finita».

La scadenza il 31 ottobre

I timori di qualche settimana fa, per cui si pensava che la scuola non sarebbe stata pronta entro la scadenza fissata dalla Regione Lombardia, ovvero 31 ottobre, ora sono solo vecchi ricordi.

Più controlli

In realtà da tempo la struttura era pronta. Già a settembre si pensava infatti che i bambini potessero usufruire delle nuove aule della scuola ipertecnologica a zero impatto ambientale. Ma così non è stato per alcune questioncine burocratiche. Essendo la scuola «diversa» – all’avanguardia più precisamente – ha richiesto collaudi e certificazioni maggiori. Motivo per cui l’ente pubblico regionale ha deciso di prorogare la scadenza.

L'invio dei documenti

«Stamattina (31 ottobre ndr) il nostro tecnico comunale ha inviato le certificazioni energetiche alla Regione – ha spiegato il primo cittadino – invece tra pochi giorni verranno inviate le certificazioni di collaudo. Quindi possiamo dire che la sfida è stata vinta. Ce l’abbiamo fatta. Non è stato comunque facile, ma nonostante le difficoltà, imprevisti e quant’altro, ora possiamo dire che consegniamo alla comunità non solo una scuola nuova, perché recente, ma nuova nella sua struttura a zero impatto ambientale autosostenibile».

A breve l'inaugurazione

Ora si sta pensando alla fase di organizzazione delle aule, alla sistemazione dell’esterno e alla mensa. Ma comunque per questa fase c’è tempo. Infatti, anche se poi bisognerà sentire il parere delle maestre, i bambini usufruiranno della scuola a partire dall’8 gennaio, al rientro delle festività natalizie. Per quanto riguarda l’inaugurazione, il sindaco nuovamente non si sbilancia. E’ certo che questa arriverà prima dell’ingresso dei ragazzi, presumibilmente prima delle festività, a metà dicembre dunque.

Soddisfazione e gioia

«Sono molto soddisfatto e contento – ha dichiarato Gatta – l’obiettivo ambizioso prefissato è stato raggiunto. Non solo avremo una nuova scuola, ma anche un nuovo asilo. Ora però la sfida è un’altra. Una struttura così avanzata e all’avanguardia, richiede anche uno sforzo maggiore. Sui contenuti dell’istruzione bisognerà cercare di stare a passo con i tempi, così come lo è l’edificio in sé».

La scuola al centro delle priorità

Infatti, mesi fa era emerso che a livello pedagogico si stanno cercando nuovi percorsi istruttivi. Centrale sarà pure la mensa che giocherà un ruolo decisivo per l’avvio all’autonomia dell’alunno. Ma oltre a questo tanti sono i progetti in ballo. La scuola è sempre al centro dell’attenzione dell’Amministrazione Gatta.