Inaugurazione di fine lavori: "Abbiamo ritardato per fare meglio"

"Un raro esempio di sinergia e collaborazione tra enti". Così il sindaco Foresti ha definito l'opera di adeguamento e miglioramento della rete fognaria, della viabilità e di altri sottoservizi, inaugurata sabato mattina ad Arcene

Inaugurazione di fine lavori: "Abbiamo ritardato per fare meglio"
Politica 14 Ottobre 2017 ore 16:56

E' stata inaugurata sabato mattina alle 10.30 l'opera di miglioramento e adeguamento della rete fognaria, della viabilità e dell'arredo urbano in Corso Europa e viale Suardi, nel centro di Arcene.

Gli inizi

I lavori, che hanno fatto molto discutere per via dei continui ritardi e per i disagi causati ai cittadini e commercianti lungo questi nove mesi, sono stati illustrati dal sindaco di Arcene, Giuseppe Foresti, alla presenza della cittadinanza e dei dirigenti degli altri due enti protagonisti del progetto: UniAcque Spa e il Consorzio di Bonifica. "E' un'inaugurazione importante per il nostro Comune - ha dichiarato Foresti - frutto della sinergia con UniAcque e il Consorzio di Bonifica che ha avuto inizio nel 2013. Nel 2015 infatti il Comune e questi due enti ha sottoscritto una convenzione per l'affidamento del progetto esecutivo dei lavori. Tanto lavoro è stato fatto per arrivare fin qui e ringrazio alcuni arcenesi che, pur non avendo un ruolo istituzionale, hanno reso possibile questo accordo come Maurizio Vavassori, Oscar Locatelli e Fabiano Dondossola. Nel 2016 poi - ha proseguito il sindaco - la Giunta ha approvato il progetto esecutivo, mentre nel gennaio di quest'anno i lavori sono stati affidati all'impresa Foti Srl, a cui va il nostro ringraziamento".

I ritardi

"E' vero, i lavori si sono prolungati più del previsto - ha ammesso il sindaco Foresti, che però ha precisato - E il perchè sta proprio negli imprevisti: era logico aspettarsi un ritardo, in quanto lavorando nel sottosuolo non si sa mai cosa si trova. Di qui la necessità di risolvere le criticità che sono emerse, come la posizione di sottoservizi non segnalati in fase di progettazione, alle quote di allacciamento degli scarichi privati o l'opportunità della banda ultralarga promossa dalla Regione, che il nostro Comune ha subito colto al volo con il posizionamento della fibra ottica. Tra le varianti ricordiamo anche l'intervento ad opera di UniAcque riguardo gli allacciamenti di fognatura, intervenendo sulle attività private, in particolare nel tratto tra corso Europa e viale Suardi. Senza contare che l'ente ha effettuato un numero superiore di allacciamenti rispetto al previsto, allungando di conseguenza le tempistiche. Anche la società impegnata nella rete gas e metano per motivi di sicurezza ha dovuto sospendere il cantiere per oltre un mese e mezzo. Un grazie all'assessore Roberto Zucchinali che ha seguito il progetto e un grazie speciale ai cittadini di Arcene che hanno portato pazienza".

La parola agli altri protagonisti

"Ci sono stati ritardi sì, ma pensate se Comune, UniAcque e Consorzio fossero intervenuti isolatamente: i tempi si sarebbero dilatati e i costi sarebbero certamente aumentati per la collettività. Quest'opera rappresenta un esempio raro di collaborazione tra tre enti - ha spiegato Franco Gatti, presidente del Consorzio di Bonifica - Da parte del Consorzio l'intervento si è concentrato sulla funzionalità e messa in sicurezza della Roggia Brembilla, patrimonio storico del territorio e della sue economia". Soddisfatto del risultato ottenuto è stato anche Paolo Franco, presidente di UniAcque, il quale ha aggiunto: "Ci abbiamo impiegato più tempo perchè abbiamo effettivamente fatto più del previsto, come i 100 metri in più di fognature. Sarete voi negli anni a validare quanto abbiamo fatto". A chiudere l'inaugurazione, poco prima del taglio del nastro è stato l'onorevole Cristian Invernizzi, che da arcenese ha concluso: "Da cittadino ringrazio i tre enti per il lavoro è stato fatto e per la capacità di collaborare insieme. Grazie anche agli arcenesi ai quali oggi è restituita l'arteria principale del proprio paese".