Vailate

Fratelli d'Italia sbarca a Vailate

Il circolo è intitolato a Oriana Fallaci e sarà riferimento per l'Alto Cremasco

Fratelli d'Italia sbarca a Vailate
Politica Cremasco, 14 Giugno 2021 ore 15:00

Taglio del nastro per il nuovo circolo di Fratelli d'Italia, che è arrivato a Vailate.

A Vailate apre il circolo di Fratelli d'Italia

Presenti all'appuntamento, svoltosi sabato nella cornice agreste del bed and breakfast "Il loto", sostenitori e politici del territorio. Fra questi ultimi, non sono mancati il presidente della sezione lombarda di "Gioventù nazionale" Simone Gaeta e i segretari dei circoli del Cremasco, come Felice Bagnolo (Rivolta d'Adda), Giovanni De Grazia (Crema), Giuseppe Vitale (Soncino), Antonio Aiolfi (Ripalta Cremasca), Giovanni Capra (vice coordinatore a Romanengo).

Dopo l'inno nazionale, con cui si è aperto l'incontro, ha preso la parola l'organizzatore, nonché responsabile del circolo vailatese Luciano Aiolfi.

"In tutta Italia assistiamo a una crescita che ci fa piacere, perchè ogni elezione vede il 60% dei voti al centrodestra - ha annunciato - Abbiamo già una trentina di iscritti solo a Vailate e altri aderenti fuori dal paese. Siamo pronti a impegnarci, anche collaborando con l'Amministrazione".

Le voci del territorio

La parola è poi passata a Stefano Foggetti, coordinatore provinciale del partito.

"Dico spesso che la politica non dà molte soddisfazioni, perché si lavora molto e ci sono tante delusioni da affrontare - ha detto - Ma fra quei pochi momenti positivi, ci sono quelli in cui si inaugura un circolo. Il gruppo c'è, è affiatato e darà tanta soddisfazione, ma noi dobbiamo porci un obiettivo: essere i migliori. Non perchè siamo i piu bravi, ma per essere d'esempio".

Presente all'appuntamento anche il consigliere regionale in quota FdI Franco Lucente, che ha improntato il suo discorso sulla crescita del partito a livello nazionale.

"Stanno nascendo tanti circoli e questo ci rincuora, ma ci fa anche pensare - ha esordito - Fino a sette anni fa eravamo in pochi a credere a questo progetto. Se non avesse funzionato, poteva essere la fine della destra italiana. Invece siamo un partito che ha il 20% e che ha dimostrato di essere coerente grazie a Giorgia Meloni, la quale poteva andare a governare e invece è rimasta all'opposizione. Ci sono partiti che hanno avuto un grande incremento e poi si sono sciolti come neve al sole. Dobbiamo far vedere che non siamo come gli altri".

L'intervento del senatore Maffoni

Ospite d'onore all'inaugurazione del circolo, il senatore Gianpietro Maffoni, che ha fatto eco al consigliere regionale intervenuto prima di lui.

"Siamo in un momento favorevole ma delicato - ha detto - Aprire un circolo significa mettere una bandiera, quindi proporsi alla comunità con un partito che non nasce oggi. Noi abbiamo una storia dietro questo simbolo, però oggi dobbiamo affrontare problemi importanti e dimostrare di essere garanti di una politica diversa. Va sfatato questo mito che la nostra classe politica è impreparata. Noi siamo la destra italiana, con una leader che si impegna e di cui vi invito a leggere il libro. Queste sono le basi di un grande partito".

Benzoni chiede appoggio

Prima del taglio della torta, c'è stato il tempo per un intervento di Antonio Benzoni, consigliere di minoranza e capogruppo di "Vailate per cambiare pagina".

"Vengo da una lunga esperienza amministrativa e mi sembra di sapere qualcosa di politica amministrativa e nazionale - ha detto - A dicembre dissi che FdI nel 2021 sarebbe arrivato in doppia cifra e così è stato. Ora mi aspetto collaborazione con tutta la mia lista e di avere il vostro supporto".