Menu
Cerca

Foro Boario al centro di una conferenza del Comitato di Quartiere Est

L'incontro si terrà lunedì 22 alle18.30 nella sede di via Crivelli 4.

Foro Boario al centro di una conferenza del Comitato di Quartiere Est
Politica Treviglio città, 20 Gennaio 2018 ore 13:09

Foro Boario, ecco cosa ne pensa il Comitato di Quartiere Est. In una conferenza stampa saranno riassunte le osservazioni protocollate sul progetto di "Ossidiana Srl".

Foro Boario: conferenza stampa

Il Comitato di Quartiere Est indice una conferenza stampa per riassumere alla cittadinanza trevigliese le osservazioni protocollate in merito al progetto di "Ossidiana S.r.l." inerente l'area "Foro Boario". L'incontro si terrà lunedì 22 alle18.30 nella sede di via Crivelli 4 (zona interna mercato, sopra la saletta comunale. Ex sede Legambiente).

Osservazioni sull'impatto

Il  comitato ha presentato osservazioni, con le quali propone alcune migliorìe.

L'eliminazione dell'attività di distribuzione di carburanti petroliferi. Quest'ultima, infatti, genererebbe ancora più traffico. Si chiede, dunque, di limitare la distribuzione ai veicoli elettrici.

La redazione di un nuovo studio del traffico che tenga conto delle previsioni urbanistiche deliberate sul “cordone” viale Piave-viale Montegrappa. Questo per coordinare gli interventi da realizzare sulla rete stradale, evitando di accrescere, con la simultanea attuazione dei piani ex "FB" ed ex "Baslini", il congestionamento dei veicoli.

Il reperimento in loco di una superficie di verde con funzione di filtro tra l’edificio commerciale e le strade circostanti, ma anche come verde attrezzato a servizio del quartiere. La struttura dovrebbe prevedere la maggior parte delle aree a parcheggio all’interno della sua sagoma, al piano interrato. In questo modo si libererebbero porzioni dell’area da mettere a disposizione della cittadinanza e del quartiere.

Osservazioni sul valore commerciale

Altro punto cardine è l’eliminazione dell’indicazione del prezzo unitario per metro quadrato di standards previsto dalla convenzione, rinviando la determinazione a una perizia tecnica.

L’adeguamento del valore per metro quadrato per l’edificio previsto dal piano (650 euro), al valore indicato per la cessione dell’unità immobiliare a titolo di urbanizzazione secondaria (1.500).

La previsione un percorso interno all’area per il collegamento tra la viabilità pubblica e la struttura commerciale, riservato ai ciclisti con un parcheggio per le bici.