Politica

Fontana a Zingonia, dalle Torri al confronto con gli imprenditori FOTO VIDEO

Presenti anche gli imprenditori del paese che hanno chiesto maggiori garanzie per poter investire.

Fontana a Zingonia, dalle Torri al confronto con gli imprenditori FOTO VIDEO
Politica Treviglio città, 17 Febbraio 2018 ore 12:24

Il candidato governatore Attilio Fontana a Zingonia per discutere del futuro del territorio.

Fontana a Zingonia

10 foto Sfoglia la gallery

E' arrivato pochi minuti da il candidato governatore del Centrodestra alle prossime elezioni regionali. Attilio Fontana, come annunciato, ha raggiunto il sindaco di Verdellino Silvano Zanoli con cui sta discutendo della situazione estrema di Zingonia. Tra le richieste più impellenti, ancora una volta, quella delle tenenza dei carabinieri che darebbe una risposta forte alla richiesta di sicurezza dei cittadini.

Incontro con la politica

Presenti all'incontro anche l'assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti Alessandro Sorte, il segretario provinciale della Lega Nord Daniele Belotti, il deputato lumbard Christian Invernizzi, il sindaco leghista di Spirano (e candidato alle prossime regionali) Giovanni Malanchini e il coordinatore del collegio di Dalmine di Forza Italia Maurizio Testa.

Confronto con gli imprenditori

L'incontro con gli imprenditori

Pochi i cittadini presenti, mentre ha fatto sentire la propria voce un nutrito gruppo di imprenditori che hanno chiesto a Fontana garanzie sul futuro. "Siamo disposti a investire sul territorio, ma solo a patto di avere garanzie", hanno detto. Garanzie di sicurezza ed economiche che rimettano in moto Zingonia.

Verso le Torri

"Si raggiungono risultati perché ci sono italiani che hanno voglia di rimboccarsi le maniche", ha sottolineato il sindaco Zanoli prima di accompagnare Fontana alle Quattro Torri e a Piazza Affari, luoghi nevralgici della criminalità da cui invece deve e vuole ripartire la nuova Zingonia.

"Se c'è coesione c'è integrazione"

A Zingonia la ricetta per guarire sembra essere una sola. Per Fontana deve passare dalla coesione sociale: "Non possiamo lasciare delle zone senza controllo - ha detto - Se c'è coesione sociale anche gli immigrati si integrano più facilmente. Ci dev’essere un controllo a partire dagli abitanti. E' impossibile presidiare la zona con le sole Forze dell’ordine. Ma bisogna anche stare attenti a non creare dei ghetti".

Fontana si è complimentato con il sindaco di Verdellino Silvano Vanoli per il "modello" di rilancio applicato alla sua realtà e che "farà suo anche per le periferie milanesi".