Menu
Cerca

Fondo affitti: avanzano 60mila euro, l’appello di Prandina

Perché solo una piccola parte dei fondi destinati a chi non riesce a pagare gli affitti sono stati distribuiti? Per Prandina è colpa anche di chi affitta

Fondo affitti: avanzano 60mila euro, l’appello di Prandina
Politica 07 Luglio 2017 ore 16:22

Il bando è chiuso da aprile, ma ad oggi ci sono ancora quasi 60mila euro da «distribuire», sui 91mila stanziati dalla Giunta  per il fondo Morosità incolpevoli, destinato ad alleviare il peso degli affitti.

Di cosa si tratta

Si tratta di una serie di aiuti economici destinati dal Comune a chi vive in affitto, ma avendo perso il lavoro (mobilità, cassa integrazione, riduzione d’orario e fallimenti compresi) non può più sostenere i costi dell’alloggio.  Le condizioni sono disponibili sul bando che sarà probabilmente ripubblicato nei prossimi giorni sul sito del Comune.
Ma perché questo disavanzo? A complicare la distribuzione di fondi che in tempi di alta tensione abitativa (e di crisi) dovrebbero esaurirsi in tempi record, ci si mette un cavillo.

E i locatari non aiutano

Per chi voglia accedere al bando, ma si trova già sotto sfratto, infatti, il bando pone la condizione che il proprietario di casa rinunci all’ordinanza. Si chiede insomma un atto di fiducia nella capacità dell’inquilino di rimettersi in carreggiata anche grazie al contributo comunale. Che arriva in questo caso a seimila euro, non poco.  Solo che in pochi lo fanno. «Parecchi proprietari non ritirano lo sfratto – denuncia l’assessore Pinuccia Prandina – Il che non aiuta la distribuzione del fondo, tant’è che abbiamo un bell’avanzo e ora dovremo riaprire il bando».

 C’è tempo fino a dicembre

Dalla fine di luglio, secondo le stesse condizioni dettate ad aprile, si potrà quindi tornare a bussare alla porta del Comune. Sperando che una mano arrivi anche dai proprietari di casa cittadini. «L’appello è di darci una mano e ritirare i provvedimenti di sfratto, quando arriviamo con i fondi. Finora non è andata malissmo, siamo riusciti ad aiutare circa cinque famiglie – chiude Prandina – Riapriremo il bando fino alla fine dell’anno».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli