Menu
Cerca

Due liste di estrema destra alla conquista di Barbata e Isso?

Barbata e Isso, le Amministrazioni uscenti sono pronte a riconfermarsi contro le liste di estrema destra provenienti da fuori paese.

Due liste di estrema destra alla conquista di Barbata e Isso?
Politica Romanese, 04 Maggio 2019 ore 11:04

Barbata e Isso, le Amministrazioni uscenti sono pronte a riconfermarsi contro le liste di estrema destra provenienti da fuori paese.

Due Comuni “gemelli”

Venivano da due condizioni di partenza differenti i due piccoli Comuni della Bassa orientale, ma, chiuso il termine per la presentazione delle liste candidate alle elezioni del 26 maggio, si sono ritrovati in condizioni analoghe, con due liste candidate ciascuno, una delle quali composta dall’Amministrazione uscente e l’altra, pare, da rappresentanti di partiti di estrema destra.

La situazione di Isso

A Isso l’attuale sindaco Rocco Maccali, che già da tempo aveva annunciato la propria ricandidatura con una squadra parzialmente rinnovata, era ormai certo di correre da solo, visto che l’attuale minoranza consigliare ha rinunciato a candidarsi. All’ultimo momento, però, proprio quando ci si avvicinava alla chiusura dei termini per la presentazione delle liste, si è fatto avanti un gruppo da fuori paese, affiliato – pare – all’estrema destra.

Scampato (almeno) il pericolo quorum

Poco male, si potrebbe pensare, per lo stesso Maccali, che scamperà così il pericolo di doversela vedere con il “quorum”, che se non raggiunto in caso di lista unica avrebbe significato il commissariamento del Comune, e dovrà “semplicemente” superare l’altra lista in corsa per essere riconfermato.

La situazione di Barbata

Diversa la situazione di Barbata, invece, dove il primo cittadino Vincenzo Trapattoni era già pronto a gareggiare contro l’ormai storico rivale Aurelio Fratus, che ha però rinunciato all’ultimo alla candidatura: “L’idea di ripresentarci con una lista c’era – aveva dichiarato nelle scorse settimane Fratus – Tuttavia alla fine abbiamo preferito non dividere ulteriormente il paese e abbiamo rinunciato a candidarci”.

Una lista da fuori paese

Ecco che all’ultimo minuto, però, a presentare la propria candidatura è stata la lista proveniente da fuori paese “Difendiamo Barbata”, probabilmente anch’essa affiliata a un partito di estrema destra. Qualcosa di più si saprà nei prossimi giorni, dopo che l’ufficio elettorale circondariale avrà approvato le candidature e saranno resi noti i nomi di liste, candidati ed eventuali partiti di appartenenza.

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli