Menu
Cerca
Vailate

Donare gli organi: un intoppo burocratico lo impedisce

Succede a Vailate e altri due Comuni del Cremasco

Donare gli organi: un intoppo burocratico lo impedisce
Politica Cremasco, 03 Aprile 2021 ore 09:00

Vuoi donare gli organi? In alcuni paesi cremaschi, compreso Vailate, non si può perché non è stato completato l’iter per l’iscrizione all’Aido, che da anni porta avanti una campagna informativa su come dare il proprio consenso all’espianto degli organi in caso di morte prematura.

Come acconsentire a donare gli organi

Il percorso burocratico è molto semplice. L’Anagrafe del Comune in cui si risiede può raccogliere e registrare la dichiarazione di volontà sulla donazione di organi e tessuti del cittadino al momento del rinnovo o del rilascio della carta d’identità.
Le dichiarazioni registrate al Comune confluiscono nel "Sistema Informativo Trapianti" che raccoglie e conserva tutte le dichiarazioni di volontà sulla donazione di organi e tessuti espresse dai cittadini residenti in Italia, incluse quelle registrate presso le Asl e attraverso le dichiarazioni all’Aido.
Nella sezione del sito del Sistema dedicata alle dichiarazioni di volontà è possibile consultare la lista dei Comuni attivi e tutti i dati relativi a questo servizio.

L'intoppo vailatese

Una scelta necessaria affinché la disposizione non debba ricadere sui propri famigliari, che in assenza di una precisa volontà del defunto, saranno chiamati a prendere in sua vece una decisione quantomeno scomoda.

"L’anno scorso avevamo iniziato il percorso burocratico per aderire all’iniziativa dell’Aido, ma sono sopraggiunti alcuni pensionamenti nel nostro personale e l’iter deve essersi bloccato - ha dichiarato il primo cittadino Paolo Palladini interrogato sulla questione - Faremo le opportune verifiche per capire se si tratti solo di un intoppo o se la procedura si sia proprio impantanata".

Il Comune corre ai ripari

Successivamente, l’Amministrazione ha svelato l’arcano, correndo subito ai ripari, come testimoniato dal vicesindaco Pierangelo Cofferati.

"Il nuovo responsabile dell’Anagrafe sta predisponendo tutta la procedura - ha spiegato - Dal mese prossimo, in concomitanza con il rilascio della carta di identità elettronica, sarà possibile effettuare l’opzione per la donazione di organi». Niente paura quindi, il problema è in via di risoluzione. Dopodiché, anche i vailatesi in procinto di rinnovare il documento di identità potranno mettere nero su bianco la propria scelta".

TORNA ALLA HOME