Politica

Cure palliative e riabilitazione alcologica, da Regione via libera al progetto di Calcinate

Saranno ricavati 19 posti letto: 14 per il fine vita e 5 per la riabilitazione. Soddisfatto il consigliere Giovanni Malanchini.

Cure palliative e riabilitazione alcologica, da Regione via libera al progetto di Calcinate
Politica Treviglio città, 13 Febbraio 2019 ore 08:05

E' arriva ieri, martedì, il via libera da Regione Lombardia sul progetto di sperimentazione gestionale di hospice e centro per la riabilitazione alcologica presso il Presidio Ospedaliero Territoriale (Pot) di Calcinate.

Via libera della Regione per Calcinate

Un'iniziativa pubblico-privata proposta dall'Asst Bergamo Est e fortemente voluta dai sindaci del territorio per rispondere alle esigenze dei malati oncologici e delle loro famiglie e per far fronte al significativo incremento della richiesta di presa in carico presso i servizi ambulatoriali della nostra provincia di soggetti con problemi di alcol dipendenza. Ad annunciarlo è il consigliere segretario Giovanni Malanchini, a margine dell’approvazione da parte della Giunta regionale della delibera.

Dalla cura al prendersi cura

“Il progetto di sperimentazione – spiega - rientra nel piano di completamento dell’offerta previsto nel processo di riconversione del Presidio: in totale saranno ricavati 19 posti letto, 14 destinati ad hospice e 5 alla riabilitazione alcologica, per la quale si riscontra una mancanza di offerta sul territorio provinciale. La nascita di questa nuova eccellenza sul nostro territorio si inserisce nello spirito dell'evoluzione del sistema socio-sanitario lombardo, passato dalla cura al prendersi cura del paziente nella sua totalità, soprattutto nei momenti più dolorosi del fine vita. Grazie a questa struttura sarà possibile garantire un approccio palliativo ai pazienti con malattie avanzate inguaribili e un aiuto anche ai familiari nella gestione del proprio caro, implementando ulteriormente l’offerta di cure palliative in Lombardia, regione che già vanta la rete più sviluppata e articolata nel panorama nazionale”.

TORNA ALLA HOME