Politica
Elezioni amministrative 2022

Crema sceglie la continuità: Fabio Bergamaschi (Pd) è sindaco con il 57,9%

Il 37enne, già assessore ai Lavori Pubblici, ha battuto al ballottaggio il candidato del centrodestra Maurizio Borghetti.

Crema sceglie la continuità: Fabio Bergamaschi (Pd) è sindaco con il 57,9%
Politica Cremasco, 27 Giugno 2022 ore 10:41

Crema ha scelto: è Fabio Bergamaschi il nuovo sindaco. Il candidato del centrosinistra ha vinto al ballottaggio con il 57,9% contro il candidato del centrodestra Maurizio Borghetti che si è fermato al 42,1%. Una vittoria nel segno della continuità per Crema, ma che si inserisce in una tornata elettorale che ha visto il centrosinistra vincere in quasi tutti i grandi centri al voto nel secondo turno.

Fabio Bergamaschi è sindaco di Crema

 

L'abbraccio tra Bergamaschi e Bonaldi.

Grande festa ieri sera, in piazza Duomo a Crema, quando a pochi minuti dalla mezzanotte è stata annunciata la vittoria del 37enne, già assessore ai Lavori Pubblici durante i due mandati del sindaco Stefania Bonaldi che gli ha passato il testimone - letteralmente - preparando sulla scrivania dell'ufficio che andrà a occupare solamente la fascia tricolore e la Costituzione italiana. "Il faro, la Stella Polare", ha definita lei senza dilungarsi in suggerimenti superflui.

"Fabio è il nuovo sindaco di Crema e il risultato di questa sera è una bellissima incoronazione - ha scritto Bonaldi - Sono felice per lui e per noi. Fabio è un amministratore equilibrato, serio, onesto, con un bagaglio di esperienza che sarà determinante nei prossimi anni. Quando mi sono insediata, nel 2012, Fabio entrò nella squadra come l'assessore più giovane, ad appena 27 anni e ha continuato a crescere. Uno degli impegni presi allora fu che ci saremmo sforzati di creare condizioni di ricambio e dare vita a una nuova classe dirigente: oggi possiamo dire di avere rispettato quell'impegno, con Fabio, circondato da tantissimi giovani, aggregati intorno a un progetto di sostenibilità sociale e ambientale per Crema, insieme a profili di comprovata e preziosa esperienza, che resteranno a disposizione. Sono serena, sollevata, felice e orgogliosa di Fabio, oggi è un giorno felice per Crema, che resta progressista e in buone mani".

"Crema avrò cura di te"

Con un'affluenza non altissima, a votare è andato il 43,75% degli aventi diritto, i cremaschi hanno confermato di fatto l'esito del primo turno. Una larga maggioranza che ha confermato l'apprezzamento per il lavoro svolto dalla squadra di centrosinistra che ha visto "nascere" Bergamaschi. Tanta la gioia e la soddisfazione per il neo primo cittadino che su Facebook ha così commentato a caldo la vittoria:

"Quante splendide immagini mi sono passate sotto agli occhi, ieri sera, come in tutti questi lunghi mesi di campagna elettorale. Quanti volti sorridenti, quanti abbracci, quante strette di mano. Quanta umanità - ha scritto - "Perché sei un essere speciale. Ed io avrò cura di te". La fiducia è la cosa più preziosa che le persone possano concedere. Va guadagnata e va mantenuta. Lavorerò per questo, con tutto me stesso, nei prossimi cinque anni. Grazie infinite, Crema! Avrò cura di te".

Piluffo (Pd Lombardia): "Vincente il campo progressista"

Altra notizia  politicamente di grande rilievo è la vittoria del centrosinistra a Monza, strappata dopo cinque anni al centrodestra. “La bellissima vittoria a Monza di Paolo Pilotto segna un dato politico molto netto di questo turno di ballottaggio. Il centrodestra di Salvini, Meloni e Berlusconi governava in tre capoluoghi di provincia andati al voto e oggi non ne governa più nemmeno uno, dopo le nostre vittorie al primo turno a Lodi e ora a Monza e dopo aver mancato addirittura il ballottaggio a Como. Ne esce vincente un campo progressista ampio, plurale, capace di dialogare con tutte le forze politiche all’opposizione della giunta Fontana e di dare protagonismo ai tanti civismi che animano il territorio. Questo centrosinistra forte e in crescita ci fa guardare con fiducia alla sfida per le regionali del 2023 che ci vedrà in campo contro un centrodestra sfibrato da lotte intestine e senza più una visione da offrire ai Lombardi ” dichiara il segretario regionale del Pd Lombardia Vinicio Peluffo.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter