Menu
Cerca
Lavori Pubblici

Cologno: ritardi nei lavori in centro, è polemica

I lavori in centro partono in ritardo: polemica sulle tempistiche, la Lega teme che il cronoprogramma non venga rispettato.

Cologno: ritardi nei lavori in centro, è polemica
Politica Media pianura, 27 Settembre 2020 ore 11:41

Via Rocca è stata chiusa il 9 settembre per il rifacimento, ma i lavori sono iniziati solo mercoledì. Polemica sulle tempistiche.

Il ritardo preoccupa la Lega

L’ordinanza di chiusura della strada per il rifacimento di via Rocca risale al 9 settembre, ma i lavori sono iniziati solo mercoledì: la Lega insorge e teme che ci possa essere uno slittamento nel cronoprogramma.
“A Cologno tutto è fermo – è stato questo il commento del Carroccio colognese a proposito del centro storico – Nonostante l’ordinanza di chiusura di via Rocca a partire del 9 settembre per l’avvio dei lavori di rifacimento dell’area e di Traffic Calming, i lavori sono iniziati solo mercoledì. Di questo passo rischiamo di ritrovarci il centro dissestato anche nel periodo natalizio con tutte le conseguenze del caso per i nostri commercianti. Basta con questi ritardi che non fanno bene alla nostra comunità”. La paura dei lumbard è infatti che il protrarsi dei lavori possa necessariamente danneggiare i commercianti, in particolare nel periodo natalizio, nel pieno boom degli acquisti.

Drago risponde: “Ritardo dovuto alla complessità dell’opera”

A spiegare nei dettagli il cronoprogramma è stato il sindaco Chiara Drago (in foto). “Mercoledì è stato approntato il cantiere, con alcuni giorni di ritardo dovuti alla complessità dell’opera e all’organizzazione dell’impresa – ha detto –  L’intervento avrà una durata di 130 giorni e sarà diviso in due: la prima parte è relativa al rifacimento della pavimentazione della zona compresa fra via Rocca e la Chiesa. Qui sorgerà una piazza rialzata in porfido nell’area della fontana, nei pressi della quale vi sarà anche un’area alberata con arredi per favorire la socialità. La seconda parte dell’intervento vedrà invece il rifacimento della pavimentazione e del tracciato di via Rocca, con un restringimento della carreggiata (che diventa zona 30), l’allargamento degli spazi riservati a ciclisti e pedoni e il posizionamento di parcheggi e alberi su entrambi i lati”.

La svolta del centro storico

L’opera prevede anche il monitoraggio del traffico cittadino con telecamere e pilomat, la georeferenziazione delle specie arboree e il posizionamento di punti ricarica di dispositivi tecnologici e biciclette elettriche.”Per due mesi e mezzo via Rocca diventa a fondo chiuso, con la presenza di un passaggio pedonale. Nei due mesi successivi via Rocca sarà invece chiusa e direttamente interessata dai lavori, con modifiche viabilistiche che saranno comunicate e condivise con i residenti – ha spiegato il sindaco –  Attualmente per raggiungere via San Martino, via Solferino e le Piazze in auto sarà possibile entrare in paese da Porta Cassatica o da Porta Moringhello. Piazza Agliardi sarà accessibile entrando da Piazza Cavour.  A questo primo lotto di riqualificazione del centro storico si aggiungerà, entro il 31 ottobre, l’area di Piazza Vittorio Emanuele. Ulteriori modifiche viabilistiche saranno individuate qualora dovessero rendersi necessarie per ridurre i disagi che inevitabilmente saranno presenti durante i lavori.  Si tratta di un’opera davvero importante per il centro storico, che diventerà più fruibile come spazio di socializzazione e più vivibile per il maggiore peso dato alla mobilità dolce e la riduzione della velocità dei veicoli”.

TORNA ALLA HOME.