Politica

Caso camici, Cosentino (Lombardia Ideale): “Avanti con Fontana”

Il capogruppo di "Lombardia Ideale": "Chiaro disegno per ribaltare voto popolare, non siamo in un Paese libero. Avanti con Fontana, persona onesta".

Caso camici, Cosentino (Lombardia Ideale): “Avanti con Fontana”
Treviglio città, 25 Luglio 2020 ore 16:37

Altre reazioni al caso camici in Regione, dopo la notizia che il presidente Fontana risulta indagato dalla magistratura. Il capogruppo di “Lombardia Ideale” Giacomo Cosentino (nella foto a sinistra con l’assessore al Welfare Giulio Gallera) interviene dopo l’attacco alla Giunta regionale da parte del Movimento 5 Stelle.

Caso camici, Cosentino: “Avanti con Fontana”

“C’è un chiaro disegno per ribaltare il voto popolare, non siamo in un Paese libero. Avanti con Fontana, persona onesta”. Interviene Giacomo Cosentino, Capogruppo in Regione Lombardia del movimento civico “Lombardia Ideale”, costola civica della Lega e nato sulle orme della Lista Fontana. “Solo in Italia una persona può essere indagata e messa alla gogna mediatica per non aver fatto nulla. Parliamo di una donazione di camici in uno dei momenti più drammatici del nostro Paese. Nessuna transazione di denaro, nessuna gara d’appalto manipolata, niente di niente. Fontana andrebbe ringraziato per tutto il lavoro che ha svolto e per le vite che ha salvato. Lo conosco da 15 anni ed è una delle persone più oneste che abbia mai incontrato”.

“C’è un disegno politico preciso”

“È tutto assurdo e mi sembra chiaro che ci sia un disegno preciso, da parte di qualcuno, per provare a ribaltare il voto di milioni di cittadini Lombardi che due anni fa hanno bocciato per l’ennesima volta i poteri forti del centrosinistra premiando Fontana e il centrodestra – prosegue il capogruppo Cosentino -. Questo non mi sembra un Paese libero e democratico come ci vuole far credere il Pd. Ma noi non ci facciamo spaventare proprio da nessuno e reagiamo con forza”.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia