Treviglio, la Cenerentola della Bassa

"Bergamo ci snobba? Forse è meglio passare sotto Milano"

E’ la provocazione, che però sa tanto di proposta vera e propria, del consigliere di Italia Viva Stefano Sonzogni.

"Bergamo ci snobba? Forse è meglio passare sotto Milano"
Politica Treviglio città, 22 Giugno 2020 ore 11:53

"Bergamo ci snobba? A questo punto sarebbe meglio passare sotto Milano".
E’ la provocazione, che però sa tanto di proposta vera e propria, del consigliere di Italia Viva Stefano Sonzogni. Una presa di posizione che nasce dall’amara constatazione che Treviglio, anche a causa dell’attuale Giunta di centrodestra, è una sorta di Cenerentola nei confronti di una Bergamo definita Asso piglia tutto.

Lo scontro sui test sierologici

E, secondo Sonzogni, emblematico è il recente caso dei test sierologici effettuati nel capoluogo.

"Negli ultimi giorni - ha sottolineato l’esponente di Italia Viva - abbiamo assistito allo sfogo polemico del nostro sindaco Juri Imeri che, nel commentare gli annunciati 50 mila test sierologici gratuiti riservati ai cittadini di Bergamo, ha accusato il suo collega, Giorgio Gori, di aver rotto il fronte comune dei sindaci nei confronti della Ats".

"Si è comportato come il bravo studente che non vuole primeggiare per non inimicarsi gli altri compagni di classe - ha proseguito Sonzogni - E così il nostro sindaco non ha voluto promuovere i test sierologici in città, illudendosi che presto sarebbero stati pianificati e gestiti a livello provinciale dalla sempre più inaffidabile Ats, sonnolenta nella Bassa, ma scattante nel capoluogo".

Leggi di più sul Giornale di Treviglio in edicola.

TORNA ALLA HOME