Menu
Cerca

Zingonia, a maggio la demolizione delle Torri

La prossima settimana partiranno gli ultimi espropri da concludere entro fine anno. Gli amministratori hanno chiesto alla Regione anche un impegno per Verdellino

Zingonia, a maggio la demolizione delle Torri
Politica 29 Settembre 2017 ore 11:19

Entro maggio 2018 partirà la demolizione delle Torri di Ciserano. I tempi sono stati definiti e ufficializzati ieri, giovedì, in Prefettura durante un incontro interistituzionale che ha affrontato il tema caldissimo del futuro di Zingonia.

Incontro dal Prefetto

La prossima settimana partiranno gli espropri all’interno dei condomini Anna e Athena. E’ l’ultimo passo per completare un percorso, iniziato da tempo, che porterà a fine anno al passaggio di proprietà di tutti i 208 appartamenti (al momento ancora 79 devono essere espropriati) all’Aler. Lo ha annunciato il Prefetto Elisabetta Margiacchi, ieri, al termine dell’incontro che ha visto la partecipazione degli assessori regionali Fabrizio Sala (Casa) e Alessandro Sorte (Trasporti) e dei sindaci dei Comuni dell’area di Zingonia.

La demolizione a maggio

Il piano di riqualificazione di Zingonia parte dalla demolizione delle torri di Ciserano, ormai abbandonate al degrado. Un’operazione che non dovrebbe subire rallentamenti e partire entro maggio 2018. Un’operazione che ha sollevato diverse preoccupazioni sul fronte della sicurezza e dell’ordine pubblico. Ai residenti “regolari” verrà offerta una nuova collocazione. Nella maggior parte dei casi, infatti, si tratta di affittuari regolari i cui proprietari non hanno raggiunto un accordo, o proprietari ma con mutui ancora accessi per i quali le banche non hanno accettato l’offerta economica. Agli abusivi, invece, non verrà garantito alcun aiuto.

Un presidio a Verdellino

Il timore, espresso in particolare dal Comune di Verdellino, è che, durante le operazioni di esproprio, i residenti abusivi decidano di prendere d’assalto le torri di Verdellino, dove si trovano un centinaio di appartamenti in esecuzione giudiziaria. Da qui la richiesta di avere un presidio fisso delle Forze dell’ordine che impediscano al problema di “spostarsi” semplicemente da un condominio all’altro.

Riqualificare anche Verdellino

Un’ipotesi, lanciata dagli amministratori verdellinesi e accolta con favore dagli assessori regionali presenti ieri, è quella di murare gli appartamenti liberi e procedere in un secondo momento alla loro riqualificazione. Zingonia non è solo Ciserano e per questo Verdellino ha chiesto alla Regione un impegno economico di un milione di euro per lanciare anche la riqualificazione della zona di Piazza Affari e della quattro Torri.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli