Brebemi

L'induzione elettrica su Brebemi protagonista a Dublino

La sperimentazione sulla A35 desta l'interesse del settore. Francesco Bettoni: "Stiamo procedendo con i contatti per sviluppi commerciali in Italia e all’estero"

L'induzione elettrica su Brebemi protagonista a Dublino
Green Valli Bergamasche, 26 Ottobre 2022 ore 10:50

Il progetto pilota “Arena del Futuro” di A35 Brebemi e Aleatica è tra le sperimentazioni più avanzate a livello mondiale nel campo della ricarica elettrica di veicoli in movimento. Tanto che, in questi giorni, la presentazione del circuito che si trova lungo l'autostrada della Bassa è stato accolto con grande attenzione al Global Summit di IBTTA (International Bridge, Tunnel and Turnpike Association), organizzato a Dubliono dall’Associazione Mondiale delle Concessionarie a Pedaggio, di cui fanno parte circa 250 membri in rappresentanza di venti paesi in sei continenti.

Il circuito sperimentale per veicoli che si ricaricano mentre viaggiano

A presentare il progetto nato nella pianura tra Bergamo e Brescia è stato il presidente di A35 Brebemi Francesco Bettoni. Con lui era presente a rappresentare il player mondiale Aleatica anche Michael Whelan, CEO dell’autostrada inglese M6toll.

circuito ad induzione di Castrezzato è al momento in avanzato di sperimentazione e vede cooperare realtà che sono punti di riferimento in ciascun settore di competenza. "Questa tecnologia permette ai veicoli elettrici di ricaricarsi viaggiando su corsie dedicate, grazie ad un innovativo sistema di spire posizionate sotto l’asfalto che trasferiscono direttamente l’energia necessaria ai veicoli - spiega la società Brebemi in una nota - Questo sistema di mobilità a zero emissioni include differenti elementi studiati dalle eccellenze industriali coinvolte per interagire tra loro al fine di fornire una soluzione immediata per la decarbonizzazione al settore dei trasporti".  Il progetto prevede un anello di asfalto di 1.050 metri alimentato con una potenza elettrica di un megawatt, ed situato in un’area privata della A35 nei pressi dell'uscita Chiari Ovest.

Il traffico su gomma: indispensabile, ma rappresenta 3/4 delle emissioni di carbonio

"Nel primo panel, dedicato alla sostenibilità, il focus è stato posto sugli impatti del trasporto su strada di passeggeri e merci che, a livello globale, rappresenta il 74,5% delle emissioni di carbonio secondo l’International Energy Agency - continua la nota di Brebemi - Il trasporto stradale, malgrado sia tra i primi produttori di gas serra, ha dimostrato di essere però anche una parte indispensabile della catena di approvvigionamento globale, soprattutto durante la crisi del Covid-19 ed è inoltre è indispensabile in quanto collega ogni giorno i cittadini al loro lavoro oltre ad essere fondamentale per l’assistenza sanitaria e l’istruzione. La politica climatica è al centro dell'agenda europea e mondiale oggi più che mai attraverso il Green Deal europeo, i pacchetti legislativi UE Fit for 55, l'Accordo di Parigi e lo Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite. Questi obiettivi possono essere raggiunti solo grazie a nuove tecnologie testate a livello globale una delle quali, tra le più promettenti, si sta dimostrando essere la ricarica elettrica ad induzione dinamica, o DWPT, sperimentata oggi in Italia da A35 Brebemi e da importanti partner internazionali".

“La tecnologia DWPT, nelle sue variabili di induzione dinamica e statica, ha destato molto interesse anche qui a Dublino tra le varie concessionarie internazionali, mentre stiamo procedendo con i contatti per sviluppi commerciali in Italia e all’estero - ha dichiarato Bettoni - Grazie alla sua versatilità, oltre all’utilizzo su strade ed autostrade, questo sistema si sta confermando utile e ideale anche all’interno di altre infrastrutture come porti, aeroporti e parcheggi”.

Seguici sui nostri canali