La rassegna

Cultura, cibo, arte: in sei Comuni della Bassa un progetto ambizioso e innovativo

Si comincia con due giorni di teatro e cibo e a Palazzo Visconti, e poi cucina medievale a Malpaga

Cultura, cibo, arte: in sei Comuni della Bassa un progetto ambizioso e innovativo
Media pianura, 22 Agosto 2020 ore 17:38

Doveva essere una rassegna culturale ed enogastronomica di marketing turistico “mirato” ai visitatori stranieri in arrivo in Bergamasca da Orio. Poi, l’emergenza Covid-19 ha scombinato le carte, anche in questa occasione. Ma sei Comuni della Bassa – Caravaggio, Brignano, Treviglio, Urgnano, Cavernago e Misano – non si sono persi d’animo e quel progetto, della cui forma originale resta soltanto il titolo in lingua inglese, ha cambiato pubblico, rivolgendosi ai turisti “di prossimità”. A noi, insomma, invitandoci a riscoprire (e a gustare) la nostra “eredità culturale”. Con un  “progetto pilota” di grande ambizione (e innovazione): “Know and taste the local heritage”.

Sindaci e rappresentanti dei sei Comuni coinvolti, con l’assessore regionale Lara Magoni

Un progetto pilota ambizioso e innovativo

Ecco dunque “Know and taste the local heritage”, il progetto pilota promosso da Provincia di Bergamo – Servizio Turismo, con il contributo di Regione Lombardia che si articolerà in un network di eventi ed esperienze che tra il 29 agosto e il 4 ottobre propone “una scoperta creativa e multiforme di quelle identità locali che rendono unico un territorio, a caccia di quella diversità culturale che si è rivelata una ricchezza impagabile nell’omologazione del villaggio globale”.

“Sinergia tra pubblico e privato per la promozione turistica”

“La promozione turistica e la valorizzazione del patrimonio storico-artistico e gastronomico bergamasco richiedono la sinergia tra gli enti pubblici e le realtà private operanti nel settore e la capacità di intercettare le risorse economiche necessarie tramite bandi regionali, nazionali ed europei – commenta Claudio Bolandrini, consigliere provinciale con delega al Turismo e sindaco di Caravaggio – Con il progetto “Know and taste the local heritage” la Provincia di Bergamo è riuscita a raggiungere entrambi gli obiettivi offrendo in tempi critici una preziosa opportunità ai Comuni che vi hanno aderito e hanno fatto squadra. Ringrazio la Regione Lombardia e i colleghi Sindaci che hanno creduto nel progetto e nella capacità della Provincia di tornare a svolgere l’importante ruolo di promotore e coordinatore in un settore fortemente provato dalla pandemia in corso”.

Ecco i primi tre eventi di “Know and taste the local heritage”

Brignano: teatro e visite guidate a Palazzo

Si comincia da Brignano, sabato prossimo 29 agosto, alle 21, con una visita guidata a Palazzo Visconti. Prenotazione obbligatoria allo 0363 815011 con degustazione di prodotti tipici a km zero.
Il giorno dopo, invece, sempre alle 21 e sempre al Palazzo di Brignano, si metterà in scena “Lucia ed io”, spettacolo teatrale della rassegna di DeSidera, di Luca Doninelli, regia di Paolo Bignamini.

Cucina medievale nel maniero di Malpaga

Sempre domenica 30 agosto, tra le 14 e le 18, al castello di Malpaga si celebrerà “Convivium”: una degustazione di ricette medievali, cucinate nella corte di Bartolomeo Colleoni.

QUI il resto del programma

Grazie a Viaggio #inLombardia

Alla presentazione, questa mattina a Bergamo, ha partecipato anche Lara Magoni, assessore regionale al Turismo, Marketing Territoriale e Moda.

“L’unione fa la forza: ancora una volta i Comuni e gli enti territoriali bergamaschi hanno colto al volo l’opportunità di un bando, Viaggio #inLombardia, che dà la possibilità a tanti borghi lombardi di sviluppare concretamente una serie di attività di promozione del territorio. Grazie alla progettualità dei Comuni coinvolti, i visitatori potranno conoscere e apprezzare percorsi della Bergamasca ricchi di fascino e cultura, tra castelli e ville, tenute e località dalle antiche tradizioni. Dopo mesi difficili, è necessario ripartire dal turismo di prossimità: con Viaggio #inLombardia i territori diventano protagonisti della loro attrattività, permettendo di valorizzare le loro eccellenze”.

Anche Juri Imeri, sindaco di Treviglio, ha commentato l’operazione.  “Con piacere abbiamo aderito a questa iniziativa che ha un duplice grande merito: tornare a far vivere e conoscere i nostri luoghi e, insieme ad essi, i nostri cibi e le nostre tradizioni gastronomiche. C’è un valore ancor più grande, in questo scorcio di estate: recuperare il senso di una comunità che si ritrova per la bellezza dello stare insieme, condita dalla bellezza della storia delle nostre comunità e del presente delle nostre tavole. L’iniziativa di Regione e Provincia è meritoria: comunità che si ritrovano, persone che si incontrano, luoghi che vengono (ri)conosciuti e storie nuove che possono trovare vita. Per Treviglio, città che nasce proprio dall’incontro di più villaggi e che nella unione e nella condivisione ha trovato modo di crescere e di svilupparsi, questo appuntamento segna un ulteriore momento di ripresa e di crescita. Nella conoscenza del passato e con la volontà di tornare a gustare il presente”.

Daniele Taiocchi, vicesindaco di Cavernago: “Portare alla luce le bellezze dei nostri territori e per noi Amministratori spirito di orgoglio e di stimolo. Il nostro passato per molti dimenticato e sconosciuto, deve far spingere tutti noi alla curiosità di riscoprirlo. Certo la storia fine a sè stessa può risultare per molti noiosa o complicata. Per questo che abbiamo sposato l’idea della provincia di partecipare al bando regionale Viaggiando in Lombardia, per mettere insieme diverse realtà della storia gloriosa dei nostri territori, cercando di avvicinare il grande pubblico con attrazioni gastronomiche. Cavernago proporrà visite gratuite ai due castelli medioevali, degustazione della polenta di Malpaga, del moscato di Scanzo e per finire un convegno sulla figura di Francesco Martinengo Colleoni, personaggio poco noto al grande pubblico e non solo”.

Beatrice Bolandrini, sindaco di Brignano: “A nome della comunità brignanese ringrazio la Provincia per questa opportunità. Il fare rete, anche e sopratutto in un contingente storico tanto complesso, si è rivelata ancora una volta una scelta vincente. Nello specifico Brignano ha avuto la possibilità di far conoscere sia il patrimonio storico artistico, sia alcune peculiarità gastronomiche, in un’ottica di costante tutela e valorizzazione. Inoltre la creazione di un’app dai contenuti storico artistici su Palazzo Visconti consentirà di prolungare nel tempo questa esperienza, finalizzata ad una sempre maggiore indagine conoscitiva e alla conseguente promozione di territori il cui fascino e valore meritano di essere riscoperti e condivisi ogni giorno”.

Efrem Epizoi, sindaco di Urgnano: “E’ con vero piacere che il Comune di Urgnano ha voluto aderire al progetto “Know and taste the local heritage” che attraverso una serie di iniziative vuole abbinare alla riscoperta dei monumenti e delle realtà architettoniche presenti sul territorio, anche la conoscenza di quegli elementi gastronomici che sono alla base del nostro patrimonio culinario . E’ con vero orgoglio quindi che propongo all’attenzione del pubblico un evento di grande valore culturale e storico che prosegue il cammino iniziato alcuni anni orsono tra comune di Urgnano, Prama Cultura e Associazione Promo Urgnano, avente l’obbiettivo di far conoscere il nostro patrimonio storico, in primis la Rocca Albani, attraverso una serie di iniziative atte a riscoprire questo rilevante monumento attraverso gli importanti fatti e i grandi personaggi che, nel corso dei secoli, in esso hanno vissuto”.

Mara Bargigia, vicesindaca e assessore alla cultura di Misano Gera d’Adda: “Abbiamo colto con entusiasmo l’opportunità di valorizzare il Palazzo Visconti Guida Fugazzola, sede del nostro Comune, che sarà assoluto protagonista con due giornate ad esso dedicate. All’interno dell’ambito di collaborazione intercomunale avremo l’occasione di esaltare il nostro patrimonio culturale, storico e paesaggistico. Sarà anche occasione per degustare prodotti tipici, eccellenza della nostra terra ed assistere allo spettacolo AMLETO. Profumi, sapori, arte e storia tutta Made in Misà! Cogliamo l’occasione per ringraziare tutti coloro hanno partecipato alla realizzazione del progetto”.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia