Anpi Cremona lancia l’allarme: “Anche in Italia aumentano i negazionisti della Shoah”

Anpi Cremona lancia l’allarme: “Anche in Italia aumentano i negazionisti della Shoah”
Cremasco, 02 Febbraio 2020 ore 16:22

Anche in Italia aumentano i negazionisti della Shoah. Un dato allarmante da cui è nata la riflessione del presidente dell’«Associazione nazionale partigiani d’Italia» (Anpi) di Cremona intervenuto al convegno organizzato all’interno della Fiera di Sant’Apollonia.

Negazionisti in aumento

Fare i conti con un passato ingombrante, mantenere la memoria di qualcosa che suscita angoscia e vergogna non è facile né scontato, tanto più se politica e convenienza giocano un ruolo chiave, come è accaduto dopo il secondo conflitto mondiale segnato dalla Guerra fredda. E così anche l’Italia ha lasciato che sulle leggi razziali del 1938, i rastrellamenti degli ebrei e l’orrore della Shoah cadesse il velo opaco dell’oblìo. «Italiani? Brava gente…». Solo un mito secondo il professor Gian Carlo Caldara, presidente dell’Anpi di Cremona che, giovedì della scorsa settimana al centro socio-culturale «La Chiocciola», ha condotto un convegno inserito nel programma della «Fiera di Sant’Apollonia», in occasione della «Giornata della memoria» appena trascorsa.

Leggi di più su Cremascoweek in edicola venerdì 7 febbraio.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia