Menu
Cerca
Caravaggio

Primo maggio tra aziende e cantieri, il sindaco: “In arrivo 150 nuovi posti di lavoro”

L'Amministrazione in visita a due realtà: il cantiere dell'AreaZeta e la Kahle Automation.

Primo maggio tra aziende e cantieri, il sindaco: “In arrivo 150 nuovi posti di lavoro”
Economia Gera d'Adda, 03 Maggio 2021 ore 17:25

Primo maggio tra i lavoratori, l’Amministrazione caravaggina in visita a due realtà: il cantiere dell’AreaZeta e la Kahle Automation.

Primo maggio tra i lavoratori

Dal momento che le misure restrittive per contenere la pandemia non consentono ancora cerimonie civili pubbliche il sindaco Claudio Bolandrini e vicesindaco Ivan Legramandi, venerdì, hanno fatto visita a un cantiere e a un’azienda che a breve aumenteranno in maniera significativa l’offerta di lavoro per il territorio.

L’importanza del lavoro

“Per celebrare la Festa del Lavoro e dei Lavoratori abbiamo deciso di rendere idealmente omaggio a tutto il mondo del lavoro caravaggino visitando il cantiere dell’AreaZeta e la Kahle Automation Srl: due realtà che nel prossimo futuro, grazie alla scelta coraggiosa di operare importanti investimenti in tempi certamente non facili, concorreranno al benessere della comunità con almeno 150 nuovi posti di lavoro – ha commentato il primo cittadino – E’ un importante segno di ripartenza che dischiude un orizzonte di speranza, perché come scrive Papa Francesco nell’Enciclica Fratelli tutti ‘il lavoro è una dimensione irrinunciabile della vita sociale, perché non solo è un modo per guadagnarsi il pane, ma anche un mezzo per la crescita personale, per stabilire relazioni sane, per esprimere sé stessi’. Per questo motivo l’Amministrazione ringrazia chi investe per creare lavoro, sostiene chi sta lottando per salvaguardare il proprio lavoro, aiuta chi è in difficoltà perché il lavoro l’ha perso e lo sta cercando”.

La Kahle si amplia

La Kahle Automation S.r.l, società specializzata nella progettazione e costruzione di macchine per assemblaggio di prodotti medici e farmaceutici, opera con successo sul mercato dal 1920.
Il progetto di espansione aggiunge allo stabilimento di 4.800 mq un’area di circa 1.1125 mq dedicata al reparto produttivo, al fine di aggiungere spazi per le nuove tecnologie in via d’implementazione e dare una migliore locazione agli uffici.
L’ufficio Ricerca & Sviluppo, con 182.500 ore di progettazione l’anno supporta l’azienda nello sviluppo e nella produzione di nuove macchine e impianti d’avanguardia nel settore sanitario, venduti in tutto il mondo, l’ingegneria innovativa ha permesso la registrazione di più di 200 brevetti e la costruzione di più di 5.500 diverse macchine di assemblaggio e di processo.
I nuovi spazi di lavoro sono stati progettati perseguendo sia il benessere psicofisico dei lavoratori che l’impatto ambientale, individuando terrazze verdi al piano uffici. L’investimento previsto è di circa tre milioni di euro con un incremento della forza lavoro stimabile in circa 30 addetti da inserire nel corso del biennio 2021 – 2022.

Il futuro dell’AreaZeta

L’investimento di circa quattro milioni e mezzo di euro consentirà l’arrivo anella lottizzazione LF1 di una struttura di vendita del Gruppo Iperal (inaugurazione ad inizio luglio, selezione del personale già in corso sul portale Iperal, ndr), una del bricolage e una farmacia. L’investimento di un altro milione di euro consentirà attraverso uno stralcio funzionale la realizzazione nella lottizzazione LF2 di un ambulatorio polifunzionale di 1200 mq circa dedicato alla medicina di prossimità.

Primo maggio a Caravaggio

“L’Amministrazione è stata sempre molto sensibile al tema del lavoro e non ha mai trascurato la ricorrenza civile, occasione per ribadire l’importanza del lavoro per la singola persona e per la comunità – ribadisce – nel 2017 aveva restaurato e reso omaggio alle vittime dell’incidente alla Veneta Mineraria, nel 2018 aveva dedicato il memoriale in Largo Cavenaghi alle vittime dell’incidente ferroviario di Pioltello dove persero la vita tre pendolari, nel 2019 alla ditta Sorem il vescovo monsignor Antonio Napolioni aveva celebrato una messa per tutti i lavoratori, nel 2020 la pandemia aveva ridotto la cerimonia alla sola deposizione di un mazzo di fiori al cippo della Veneta Mineraria e di Pioltello”.