Nicotra di Ciserano, ancora scioperi in attesa dell’incontro del 13 ottobre

Si è anche tenuto un presidio ai cancelli dalle 14 alle 15, alla presenza di un centinaio di lavoratori.

Nicotra di Ciserano, ancora scioperi in attesa dell’incontro del 13 ottobre
Treviglio città, 07 Novembre 2019 ore 14:06

La prima mobilitazione di lunedì non è bastata e alla Nicotra di Ciserano, ieri 7 novembre 2019, si è tornati a scioperare per un’ora. Si è anche tenuto un presidio ai cancelli dalle 14 alle 15, alla presenza di un centinaio di lavoratori.

Nicotra, la preoccupazione

Nell’azienda metalmeccanica la preoccupazione per i posti di lavoro è forte dopo l’annuncio, il 10 ottobre scorso, della fusione per incorporazione della Elco-E-Trade srl di Inzago (che anni fa venne acquista, proprio come Nicotra, dalla multinazionale Regal Beloit che ha sede nel Wisconsin, USA). A questa notizia si è aggiunta, contemporaneamente, quella relativa all’esternalizzazione del magazzino “spedizione e stoccaggio prodotti finiti” verso la Valsped Group di Dalmine.

Sindacati: “Chiesto un impegno formale”

“Ai rappresentanti di Nicotra abbiamo chiesto un impegno formale rispetto alla salvaguardia di tutti i posti di lavoro” torna a spiegare Claudio Ravasio della segreteria della FIOM-CGIL di Bergamo. “L’apprensione fra i lavoratori è alta, soprattutto alla luce del calo di fatturato degli ultimi anni. L’arrivo di una nuova società dal 1° gennaio prossimo potrebbe condurre a esuberi di personale nel medio periodo. Già nell’immediato, intanto, dal 1° dicembre sei lavoratori del magazzino denominato ‘spedizione e stoccaggio prodotti finiti’ verranno esternalizzati a Valsped Group di Dalmine”.

Per il 13 novembre è programmato, intanto, un secondo incontro fra le parti in Confindustria. Fino a quella data il sindacato ha annunciato di voler proseguire con le iniziative di protesta.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia