Economia
Futuro

Confindustria Bergamo e KINTO Share insieme per un futuro sostenibile

Un servizio di car sharing che ha coinvolto anche il parco Kilometro Rosso e il concessionario “Sarco”

Confindustria Bergamo e KINTO Share insieme per un futuro sostenibile
Economia Media pianura, 14 Dicembre 2021 ore 17:24

Un servizio di car sharing è il progetto in cui si sono impegnati Confindustria Bergamo e KINTO Share in collaborazione con il parco Kilometro Rosso e il concessionario “Sarco”. Lo scopo? Promuovere una mobilità a sostegno dell’ambiente.

Un nuovo servizio car sharing attento all’ambiente

È attraverso l’innovativo servizio di “car sharing” KINTO Share che viene promossa una mobilità sempre più flessibile, sostenibile e attenta all’impatto ambientale. A lanciare questo progetto sono Confindustria Bergamo e KINTO Italia, società di Toyota dedicata ai servizi di mobilità innovativi, in collaborazione con il parco scientifico tecnologico Kilometro Rosso e il concessionario Toyota Lexus “Sarco”.

Due Yaris, una RAV4 ed una Lexus UX

Le vetture saranno a disposizione di Confindustria Bergamo, ma anche di tutte le aziende presenti nel Kilometro Rosso, in una prospettiva di condivisione, di abbattimento dei consumi e delle emissioni ed anche di ottimizzazione. Due Toyota Yaris, una Toyota RAV4 e una Lexus UX sono le vetture già presenti presso il parco scientifico tecnologico di Bergamo destinate a soddisfare tutte le esigenze di mobilità: dalle trasferte lavorative agli spostamenti personali dei dipendenti in particolare nelle fasce orare extra-lavorative e nei weekend, con la
possibilità di scegliere il modello più adatto. Il concessionario Toyota e Lexus “Sarco”, attivo sul territorio della provincia di Bergamo, assicurerà la corretta gestione operativa delle vetture ed una periodica attività di sanificazione dei veicoli. Le auto della gamma Toyota e Lexus, dotate della più moderna tecnologia Full Hybrid, permetteranno di ridurre l’impronta ambientale (carbon foot print).

L’asse Confindustria Bergamo- KINTO

“La nostra associazione – ha sottolinea il direttore generale di Confindustria Bergamo Paolo Piantoni – è in prima fila per perseguire gli obiettivi di sostenibilità. Con questa iniziativa, che si affianca ai numerosi progetti aperti, intendiamo sperimentare e farci promotori di un modello avanzato di condivisione del parco auto, che potrebbe in prospettiva risultare funzionale anche in diverse aree industriali del nostro territorio, grazie al quale conciliare le esigenze di mobilità di una società evoluta con le sempre più stringenti necessità di salvaguardia ambientale”.

“Siamo orgogliosi di lanciare questo nuovo progetto in collaborazione con Confindustria Bergamo convinti che sarà un ulteriore passo per contribuire ad una transizione verso un futuro che privilegi soluzioni di mobilità tecnologiche, flessibili e soprattutto rispettose dell’ambiente - ha dichiarato Vincent Van Acker, Service Design and User Experience Director di KINTO Italia - Inoltre, siamo sicuri che questa collaborazione ci permetterà di arricchire la nostra offerta di mobilità sostenibile anche al servizio di istituzioni locali e dei loro associati valorizzando, quindi, la rete dei rapporti che i nostri concessionari mantengono sul territorio. KINTO è il terzo brand globale del gruppo Toyota, pensato per fornire soluzioni innovative agli utilizzatori finali, e rappresenta una tappa fondamentale dell’evoluzione di Toyota verso una Mobility Company globale costruita e pensata intorno ai bisogni di mobilità di ogni singolo individuo e dunque accessibile, sostenibile e inclusiva”.

L’app KINTO Share

Grazie all’APP KINTO Share è possibile una programmazione e una pianificazione efficace delle auto in condivisione, così come la gestione di tutto il processo di utilizzo. È possibile gestire anche il processo di fatturazione e di rendicontazione dei dati sulle emissioni grazie alle
informazioni sui chilometri percorsi in elettrico (EV) e il conseguente risparmio di CO 2  (anidride carbonica), fornite al termine del viaggio. Una volta registrati al servizio si ha l’accesso alla rete dell’offerta KINTO Share attiva sul territorio nazionale con una “flotta” di 140 auto full hybrid, 31 stazioni di prelievo dislocate in 5 regioni, 8 province.