Economia
Pandino

Bollette folli: dopo Romano anche a Pandino la piscina (comunale) è a rischio chiusura

Bonaventi: "Con l'inverno alle porte, dovremo fare i conti col gas. Quest'estate abbiamo lavorato oltre ogni aspettativa ma purtroppo la situazione è questa"

Bollette folli: dopo Romano anche a Pandino la piscina (comunale) è a rischio chiusura
Economia Cremasco, 02 Ottobre 2022 ore 11:47

Il centro sportivo "Blu Pandino", una delle più grandi e frequentate piscine pubbliche del Cremasco, rischia la chiusura. A poche settimane dall'annuncio della chiusura della piscina di Romano di Lombardia, affidata dal Comune a un gestore privato che ha rinunciato all'affare per i troppi costi energetici, stavolta è il pubblico che si trova con le spalle al muro: la piscina di Pandino è infatti gestita da una società interamente a controllo comunale, Asm.  Ma i costi di gestione sono diventati troppo alti. L'Amministrazione comunale guidata dal sindaco Piergiacomo Bonaventi "deciderà il suo futuro" entro la prossima settimana.

L'annuncio del sindaco: "Blu Pandino" rischia di chiudere

A annunciare la svolta è stato lo stesso primo cittadino, questa mattina domenica 2 ottobre 2022. Bonaventi si trovava ad Agnadello, in occasione della Sagra, e ha parlato con i cronisti delle bollette incredibilmente alte arrivate all'indirizzo della società pubblica pandinese.

"I costi energetici sono insostenibili, la bolletta di agosto per l'energia elettrica è stata di 24mila euro - ha rivelato - Con l'inverno alle porte, dovremo fare i conti col gas. Quest'estate abbiamo lavorato oltre ogni aspettativa ma purtroppo la situazione è questa. Vedremo il da farsi, per quanto riguarda i dipendenti".

Problemi antichi. Trentadue dipendenti nella municipalizzata

Asm è una società municipalizzata che si occupa anche della gestione dei cimiteri, del centro sportivo e della farmacia comunale della frazione di Nosadello. Con l'Amministrazione di Piergiacomo Bonaventi, a condurla è un amministratore unico. Complessivamente vi lavorano circa 32 dipendenti.
I problemi del centro sportivo pandinese non sono nuovi, e affondano le radici nel passato, fin dalla progettazione. La scarsa efficienza energetica dell'edificio genera ogni anno importanti esborsi per le bollette di luce e gas, ma quest'anno il caro energia è stato micidiale, e alla il sindaco Bonaventi ha lasciato intendere chiaramente che il capolinea è vicino.

Seguici sui nostri canali