Menu
Cerca

Premi studio, solo due su 26 studenti

Morgana e Anastasia hanno ricevuto la borsa di studio offerta dall’azienda «Euro Syn» per meriti scolastici

Premi studio, solo due su 26 studenti
Economia 07 Novembre 2017 ore 10:26

Premi studio, solo due su 26 studenti. Le due studentesse capralbesi si sono dimostrate meritevoli ottenendo la licenza di terza media con le valutazioni rispettivamente di 10 e 10 e lode. Su 26 alunni, solo loro due hanno ottenuto una valutazione minima di 9/10.

Premi studio, solo due meritevoli

Alla cerimonia, oltre al sindaco e ai parenti di Morgana Bandera e Anastasia Maria Puma, hanno partecipato il rappresentante dell’azienda chimica «Euro Syn» Gianluigi Alviggi e le insegnanti delle due giovani, che si sono complimentate con le ragazze augurando loro il meglio e invitandole a continuare gli studi con la stessa caparbietà dimostrata finora.
«Noi di “Euro Syn” siamo molto sensibili verso il mondo scolastico – ha spiegato Alviggi prima della consegna delle borse di studio – Da anni cerchiamo di premiare il merito, anche se è un po’ un peccato che siate solo in due su 26 ad aver ottenuto una valutazione pari o superiore a 9. Il nostro è solo un piccolo gesto per darvi uno stimolo, per premiare chi si impegna, dato che impegnarsi è sempre più difficile, con tutte le distrazioni che ci circondano».

Gli auguri del sindaco

Anche il sindaco ha fatto i propri complimenti a Morgana e Anastasia, ribadendo l’importanza dell’istruzione: «Una persona formata è più disinvolta e consapevole nel mondo del lavoro – ha detto rivolgendosi alle studentesse – Per questo motivo vi rinnovo i miei complimenti e vi auguro un percorso ricco di soddisfazioni».

La nuova avventura al liceo

Un percorso che, a dire il vero, è già iniziato. Anastasia e Morgana, infatti, da quest’anno frequentano entrambe l’indirizzo di scienze applicate del Liceo Scientifico Galileo Galilei di Crema.
«È stato un bel cambiamento – ha confessato Morgana – All’inizio dell’anno scolastico ero molto agitata, non conoscevo nessuno perché Anastasia è in un’altra classe. Ora però va meglio, i compagni e i professori sono bravissimi, e mi trovo bene».
Anche Anastasia è contenta della scelta fatta: «Mi trovo bene sia con i compagni che con i professori – ha detto – Questa del liceo è un’altra partita, si riparte da zero, ma questo premio mi dà motivazione perché significa che anche se con qualche fatica alla fine si può arrivare a una vittoria».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli