"Giramondo", a Caravaggio arriva l'educazione multiculturale

Al progetto hanno aderito anche l'asilo "Aresi" di Brignano, "La casa di Elisa" di Treviglio ed "Erranza" di Canonica. Obiettivo: aiutare i bambini a vivere e credere in un mondo dove la diversità è ricchezza

"Giramondo", a Caravaggio arriva l'educazione multiculturale
Economia 15 Settembre 2017 ore 10:51

Arriva "Giramondo", un corso di educazione multiculturale per bimbi e ragazzi. E' la proposta educativa promossa da la scuola "La Sorgente" di Caravaggio in collaborazione con enti culturali locali.

Da Caravaggio ma non solo

Portavoce dei valori di questo corso si è resa la scuola elementare e media paritaria "Conventino – La Sorgente" di Caravaggio che, grazie alla professoressa Massimiliana Marone, grande viaggiatrice da sempre, ha concretizzato il percorso di questo corso di educazione multiculturale. Altri centri sensibili a questa tematica hanno aderito al progetto: la scuola materna Aresi di Brignano, "La Casa di Elisa" a Treviglio e il centro culturale "Erranza" di Canonica.

Educazione multiculturale

Le lezioni, che partiranno a ottobre, saranno tenute in modalità interattiva, divertente, giocosa, con l’intervento anche di insegnanti madrelingua e con l’impiego di moderni strumenti tecnologici. Si partirà dalla conoscenza di 30-40 parole per fare amicizia in sei lingue (russo, giapponese, francese, tedesco, spagnolo e inglese) per passare alla cultura di ogni nazione mediante video, immagini e testimonianze dirette, con focus sul rispetto dell’ambiente naturale locale, un monumento, un personaggio significativo o un episodio storico, un gioco, una danza, una canzone, lo sport, fino a, dulcis in fundo, l’assaggio di un piatto tipico per la scoperta dei sapori unici e caratterizzanti. Un vero e proprio viaggio virtuale che sarà possibile seguire dalla pagina Facebook "Giramondo - Friends around the world".

Fare amicizia in sei lingue

Da oggi è possibile imparare a fare amicizia in sei lingue diverse e conoscere sei diverse culture per aprirsi e confrontarsi col mondo. Uno strumento per costruire un futuro di pace e serenità. Nel mondo d’oggi, globalizzato e internazionalizzato, è essenziale saper aprire i propri orizzonti e imparare a conoscere le culture e le lingue di altre nazioni, confrontandole con la propria. L’apertura a culture diverse e la capacità di ascoltare, capire e rispettare le persone di altri paesi, anche di altri continenti, rientrano nel concetto di multiculturalismo.

Mai chiudersi nel proprio piccolo mondo

Purtroppo i recenti fatti di cronaca e il contatto forse troppo ravvicinato con grandi masse di persone provenienti da realtà difficili e con storie drammatiche alle spalle non facilita questa presa di coscienza. Ma chiudersi nel proprio piccolo mondo non è più possibile. È necessario un avvicinamento intelligente e graduale al resto del pianeta. Se crediamo nella possibilità della pacifica interazione con altre persone, se vogliamo educare i nostri figli al rispetto e alla tolleranza verso gli altri e il loro ambiente naturale, se vogliamo prepararli a un futuro lavorativo internazionale e globalizzato, dobbiamo stimolare la conoscenza di questi nuovi ambiti culturali sin dalla tenera età.