Menu
Cerca
Treviglio

Una casa rinnovata per la cooperativa dei "diversamente giovani" a Treviglio

Pandemia permettendo, la cooperativa (che ha compiuto 40 anni) tornerà in attività nelle prossime settimane. Tra le altre novità, è stata fondata una compagnia teatrale che metterà in scena per la prima volta una commedia dialettale di ambientazione... elettorale.

Cultura Treviglio città, 16 Maggio 2021 ore 12:52

E' stata reinaugurata questa mattina, domenica 16 maggio, la sede della cooperativa Anziani e pensionati di Treviglio, al termine dei lavori di riqualificazione e di ammodernamento portati avanti durante i mesi di chiusura forzata a causa della pandemia.

La cooperativa Anziani e pensionati di Treviglio

Alla cerimonia, accompagnata dal Corpo musicale Città di Treviglio, hanno partecipato il presidente e i vertici della cooperativa, che fondata nel 1980 risulta una delle prime cooperative sociali dedicate espressamente ad attività pensate e progettate per un pubblico anziano. O meglio, come ha voluto precisare il presidente, "per diversamente giovani, dato che io quella parola, qui, non la voglio sentire".

 

La mattinata è stata anche l'occasione per mostrare i lavori eseguiti all'interno della palazzina gestita dalla cooperativa - l'ex Scuola 'arte e mestieri "Grossi", in piazzetta XXV aprile - tra i quali un grande affresco con motivi naturalistici realizzato nella sala bar dall'artista trevigliese Bruno Manenti.
Presenti alla mattinata, tra gli altri, anche diversi membri della Giunta - il sindaco Juri Imeri, la vice Pinuccia Prandina, e gli assessori Basilio Mangano e Beppe Pezzoni. Molti anche i soci presenti, tra i quali anche il "decano" del sodalizio Giacomo Zanda, che ha compiuto a poco cento anni.  E uno dei c-fondatori della coop, Damiano Bussini, che ha ripercorso i giorni della nascita del gruppo, 41 anni fa.

6 foto Sfoglia la gallery

Verso una ripresa delle attività in sicurezza

L'auspicio, hanno spiegato in molti, è che con l'abbassamento della curva epidemiologica si possano riprendere le diverse attività sociali, ferme di fatto da circa un anno e mezzo a causa del virus. Tra le novità in campo, anche la "première" di una nuova compagnia teatrale cittadina, nata proprio in seno alla cooperativa. Si tratta della Compagnia teatrale "Arteatrando al secatòi", che conta una quarantina di membri e che   nelle prossime settimane, probabilmente, metterà in scena la commedia dialettale "Me vote al me òm". Nemmeno a farlo apposta, proprio nell'anno delle elezioni comunali cittadine...

Leggi di più sul Giornale di Treviglio in edicola da venerdì prossimo, 21 maggio.