Cultura
Cultura

Taglio del nastro per il nuovo museo multimediale di Crespi d’Adda

Il museo è stato il primo inaugurato in Italia dopo il lungo lockdown.

Taglio del nastro per il nuovo museo multimediale di Crespi d’Adda
Cultura Gera d'Adda, 27 Maggio 2021 ore 15:21

Un’apertura che fa ben sperare quella del nuovo museo multimediale sul villaggio operaio di Crespi d’Adda all’interno della palazzina ex scuola. Ne danno notizia i colleghi di PrimaLaMartesana.it.

L’inaugurazione con decine di invitati

Hanno voluto aspettare che le maglie del lockdown si allentassero gli amministratori del Comune di Capriate che mercoledì 26 maggio hanno tagliato il nastro del nuovo museo dedicato al sito Unesco. Un allestimento museale che ha puntato principalmente ai contenuti multimediali e all’interattività con il visitatore per essere in grado di dialogare anche con i più piccoli che potranno visitarlo durante tutto l’anno. Al taglio del nastro presente il sindaco Vittorino Verdi, l’assessore alla cultura Donatella Pirola, ma anche il Prefetto di Bergamo, Enrico Ricci e la dottoressa Romina Russo in rappresentanza della Provincia di Bergamo.

Una ripartenza per il territorio

Come sottolineato durante la presentazione il museo è stato il primo inaugurato in Italia dopo il lungo lockdown. Una grande occasione sottolineato anche in un video messaggio dall’assessore regionale alla cultura, Stefano Galli, che si è complimentato per il risultato.

"Questa apertura è un traguardo di speranza per tutti noi – ha sottolineato la dottoressa Russo – Una grande valorizzazione del patrimonio comunale dove si è sperimentato un nuovo modello di sviluppo e di promozione culturale con pannelli multimediali e con un approccio più vicino anche agli standard dei ragazzi".

Le aperture

I cittadini di Capriate San Gervasio avranno la possibilità di accedere gratuitamente ai contenuti del Museo prenotandosi presso il Visitor Centre, nelle date del 5 giugno, del 12 giugno e del 19 giugno (prenotazione telefonica al n. 029091712, digitale o anche presentandosi al Visitor centre; successivamente sarà definito e comunicato un programma), e di votare sia il gradimento a quanto realizzato, sia quali dovranno essere i prossimi personaggi e i temi da includere nel museo con la possibilità, per chi lo desidererà, di essere coinvolti direttamente nella costruzione delle narrazioni future.