Cultura

Saggi di musica: grande successo a Fara

Dal saggio di fine anno, nuove speranze per i giovani

Saggi di musica: grande successo a Fara
Cultura 06 Luglio 2017 ore 09:16

Applausi trascinati al saggio di fine anno scolastico della scuola di musica del corpo bandistico di Fara Gera d'Adda.

L'evento

Impossibile non farsi coinvolgere dall'emozionare sabato 17 giugno presso l’auditorium del centro aggregazione di piazza dei Patrioti, di fronte alla bravura degli allievi di flauto, clarinetto, sax, tromba, corno, eufonio, trombone e delle percussioni. Anno dopo anno, questi ragazzi hanno mostrato un sensibile miglioramento delle abilità individuali e di gruppo. Alcuni dei ragazzi che si sono esibiti suonano già in banda ma, da quel che si è sentito, è molto probabile che anche altri verranno presto inseriti.

Nuove speranze

Questo è il segnale tangibile che finalmente Fara Gera D’Adda è sulla giusta direzione per dotarsi di un corpo bandistico degno del suo glorioso passato. Ricordiamo che il corpo bandistico di Fara ha avuto dei periodi in cui era composto da oltre 80 elementi, tutti faresi. Grazie alle scelte del presidente Roberto Pugni, del direttore amministrativo Piergiacomo Petrò e del direttore artistico, il maestro Antonio Rosario Miraglia, già da qualche anno il corpo bandistico musicale farese è autonomo e, per la prima volta dopo circa 20 anni, è stato chiamato recentemente in trasferta per accompagnare funzioni religiose e civili.

Le classi

La classe di clarinetto e sax del maestro Stefano Mirone con gli allievi Andrea Carminati (clarinetto), Alberto Brusamolino (sax), Filippo Catalano (clarinetto) e Claudia Romano (clarinetto). Hanno suonato tutti brani solistici accompagnati al pianoforte dal maestro Antonio Solombrino. Per la classe di flauto del maestro Federica Somboli, si sono esibiti Lorenzo Bernasconi e Chiara Galli. Successivamente si è esibita Viola Fedrighi alla batteria della classe di percussioni, allieva del maestro Gianpiero Pisani. Infine è stata la volta della classe di ottoni tenuta dal maestro Miraglia, in collaborazione con il maestro Giuseppe Trovato. Hanno suonato dei brani solistici Federico Bana (tromba), Marco Marani (eufonio); in conclusione si sono esibiti in formazione da camera Sandro Mottadelli (tromba), Federica Mottadelli (tromba), Giuseppe Sorrentino (tromba), Giorgia Motta (corno), maestro Giuseppe Trovato (trombone tenore), maestro Antonio Rosario Miraglia (trombone Basso), eseguendo l’Aria sulla quarta corda di J. S. Bach, e Musica sull’acqua di G. F. Haendel.

11 foto Sfoglia la gallery