Percorsi introspettivi dell'anima sbarca in Brasile

Gli artisti esporranno nel museo brasiliano «Murillo La Greca».

Percorsi introspettivi dell'anima sbarca in Brasile
Cultura Treviglio città, 19 Marzo 2018 ore 14:50

Da Caravaggio in Brasile per l’interscambio culturale. Dopo il successo della mostra «Percorsi introspettivi dell’anima» curata dall’italo brasiliana Eugênia Harten, allestita nella libreria «Il Campanile» lo scorso 29 settembre in occasione dell’anniversario della nascita di Michelangelo Merisi, la mostra ora volerà in Brasile.

Ospite al museo «Murillo La Greca»

L’esposizione, infatti, sarà ospite del prestigioso Museo d’Arte brasiliano «Murillo La Greca» per presentare la Brazil Edition tramite l’interscambio cultuale Italia-Brasile. Un’idea nata proprio dalla Harten per dare la possibilità agli artisti con talento, affermati o emergenti di esporre all’estero e promuovere l'integrazione tra artisti Italiani e brasiliani, cercando di scambiare esperienze attraverso le mostre d’arte in entrambi i Paesi.

Passione, creatività e voglia di comunicare

«Vivendo lontana fisicamente dal 2002 dalla mia patria, frequentando gli ambienti artistici di altri Paesi europei e Sudamericani ho scoperto espressioni artistiche diverse in ogni Paese, creando quasi una identità tipica nazionale - ha spiegato Harten - quello che più mi colpisce è la passione, la creatività e la voglia di comunicare attraverso l’arte».

Gli artisti

Il museo per la prima volta ospiterà artisti italiani tra cui Vincenzo Bamonte, Carmine Bellucci, Lorella Castelli, Mario Del Viero, Fábio Fidone, Natalia Gonzales, Eugênia Harten, Marisa Ierardi, Vito Legramandi, Patrizio Oca, Nacha Piattini, Mirko Roncelli, Vittoria Salati, Bruno Tosi e Ivana Vio.
Con l’intento di unire l’arte contemporanea di diverse correnti artistiche, la mostra ha dato la possibilità agli artisti di creare liberamente un’opera a tema libero, ovvero, quello che esce dal loro più profondo dell’anima, che intendono viaggiare nell'arte dell’introspezione.