Michele Zappino in mostra al castello di Cavernago con “L’estro e la grazia”

Riparte sabato la rassegna di artisti contemporanei.

Michele Zappino in mostra al castello di Cavernago con “L’estro e la grazia”
Cultura Romanese, 08 Ottobre 2019 ore 11:33

La rassegna di artisti contemporanei al castello di Cavernago è pronta ad accoglie la mostra dello scultore Michele Zappino dal titolo “L’estro e la grazia”.

Michele Zappino scultore tra classico e moderno

La novità di questa quarta edizione, rispetto agli artisti che prima di lui hanno presentato le loro opere nella splendida cornice del castello, risiede nel linguaggio apparentemente più accessibile, in quanto ancorato alla grande tradizione classica. Merito di Michele Zappino è infatti quello di aver raggiunto un calmo equilibrio tra la tradizione e la modernità. L’inaugurazione si terrà sabato, alle 16.30.

Il Cristo crocefisso

Tra le opere esposte, due hanno un maggior impatto emotivo sull’osservatore. La prima è il Cristo Crocefisso pendente dalla croce. Quest’opera, come molte altre risalenti ai primi secoli del Cristianesimo, narra la redenzione senza riprodurre l’elemento della croce. Il risultato è la rappresentazione dell’uomo di Nazareth con le braccia spalancate. Essa può apparire come un’interessante variante al tema dell’Uomo Vitruviano di Leonardo, ma presenta una significativa differenza. L’uomo non ha la pretesa di essere la misura di cielo e terra ed è piuttosto vittima pendente di una violenza subita. Il corpo inerte, che ha attraversato il confine della vita, possiede una sua recondita “firmitas”, perché sembra essere sorretto da forze non rappresentate, che danno al complesso scultoreo un insperato equilibrio formale.

La Ballerina

La seconda opera è la Ballerina. Il movimento ascensionale, che parte dagli arti inferiori e si prolunga nell’elegante apertura delle braccia, incornicia un volto giovane e fiero, proiettato in avanti verso nuovi orizzonti.

La bellezza salverà il mondo?

Dalla mostra si può ricavare un’importante lezione di rinnovato ottimismo. I tempi che stiamo vivendo sono molto complessi e avanzano insidiose sfide come l’emergenza ambientale, l’implementazione di un rinnovato modello di sviluppo economico sostenibile, il rinvenimento di risorse per la gestione della cosa pubblica. Per l’Amministrazione si Cavernago, investire sulla cultura e dedicarle spazio e tempo significa rilanciare la sfida. L’equilibrio degli elementi e la ricerca di nuove forme di bellezza che si ammirano nelle sculture esposte possono diventare stimolo a mettere in campo energie, competenze e progetti per il futuro, così da ritrovare per esso pensieri positivi.

Appuntamenti al castello

La mostra sarà visitabile anche nei giorni di domenica e domenica 20, dalle 10 alle 12 e dalle 14.30 alle 17.30, mentre sabato 19 solo il pomeriggio.

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli