Lombardia to stay, finanziato anche il progetto di Cividate

Per la riqualificazione del Castello di Ricetto il Comune riceverà quasi 400mila euro.

Lombardia to stay, finanziato anche il progetto di Cividate
Romanese, 19 Dicembre 2019 ore 09:15

Bando Lombardia to stay, a Bergamo e provincia oltre 2 milioni e 400mila euro per l’attrattività dei territori. Finanziato anche il progetto presentato da Cividate per dare nuova vita al Castello di Ricetto.

Lombardia to stay

La provincia di Bergamo sempre più protagonista del bando Lombardia to stay: sono 7 in totale i progetti finanziati per un importo complessivo sul territorio bergamasco di 2 milioni e 408 mila euro. Con l’emendamento al bilancio approvato nella seduta di martedì scorso in Consiglio regionale, infatti, dopo l’iniziale finanziamento destinato ai primi 5 progetti, con l’ulteriore incremento di 3 milioni di euro al bando è ora possibile sostenere anche le progettualità di Cisano Bergamasco e Cividate al Piano per un totale di 800 mila euro.

“Voglio complimentarmi con tutti gli operatori bergamaschi che hanno colto in pieno il significato di una misura che mira a valorizzare i territori, il loro Genius Loci e promuoverne le singole specificità – sottolinea l’assessore regionale al Turismo, Marketing Territoriale e Moda, Lara Magoni -. Grazie alle nuove risorse Regione Lombardia riesce a soddisfare le esigenze di tutti i progetti che erano stati considerati finanziabili. Lombardia to stay permetterà a tutti coloro che si sono messi in gioco di dar vita a progettualità innovative, in grado di attrarre turisti, valorizzare gli investimenti produttivi, diventando un volano importante per lo sviluppo economico locale. Un passo in avanti decisivo per rendere la nostra regione sempre più attrattiva in una chiave di marketing territoriale; un impegno, quello di Regione Lombardia, sempre più inteso a sostenere le buone idee”.

La Regione finanzia 32 progetti

A livello regionale, si tratta di 3 milioni che si vanno ad aggiungere ai 6 milioni iniziali che, su indicazione dell’assessorato al Turismo, Marketing Territoriale e Moda, erano stati messi a disposizione per il triennio 2019-2021 a sostegno dello sviluppo e della realizzazione dei migliori progetti di marketing territoriale volti a incrementare l’attrattività e la competitività della destinazione Lombardia. Al bando potevano aderire soggetti pubblici e privati con sede operativa in Lombardia. Dopo i 23 progetti finanziati lo scorso mese di novembre, ora sono 9 quelli che usufruiranno delle nuove risorse: 2 progetti sono in provincia di Bergamo, 2 a Como, 1 ciascuno nelle provincie di Brescia, Cremona, Mantova, Pavia e Sondrio. In totale, dunque, sono 32 le iniziative che hanno ottenuto un giudizio positivo dal nucleo di valutazione regionale.

Finanziato il progetto di Cividate

Il Comune di Cividate al Piano ha presentato un progetto dal titolo “Nuova vita al Castello di Ricetto”, finalizzato ad avviare un processo di riscoperta e valorizzazione dell’antico borgo quale punto di ritrovo e di aggregazione anche per l’insediamento di nuove attività commerciali. Il Castello Ricetto rappresenta un luogo ricco di storia che necessita di azioni di contrasto al degrado e all’abbandono nel quale attualmente versa. Il progetto prevede interventi per la rinascita della destinazione, al fine di renderlo un importante polo attrattore turistico, culturale e commerciale con ricadute positive per l’intero territorio. Nel dettaglio sono programmati interventi di riqualificazione e riuso degli immobili e delle aree marginali in prossimità dell’edificio e delle antiche mura del Castello. Qui sarà realizzato un Polo turistico culturale che ospiterà la Pro Loco, l’Archivio storico e il Museo della città anche per attività didattiche del parco dell’Oglio Nord, oltre ad attività legate al turismo ambientale.

E ancora: prevista la valorizzazione dei ruderi della Rocchetta del XIII secolo nella parte più antica del complesso storico con l’obiettivo di realizzare spettacoli, concerti, attività di animazione per la rinascita del luogo. Il progetto verrà finanziato con un contributo di 399.996,64 euro.

Cisano Bergamasco punta sui luoghi di Papa Giovanni XXIII

Il progetto elaborato dal Comune di Cisano Bergamasco, invece, prevede una serie di azioni integrate e sinergiche per incrementare l’attrattività dei luoghi dell’infanzia di Papa Giovanni XXIII. Un ulteriore sostegno concreto al turismo religioso, riconosciuto a livello nazionale come driver per chi vuole vivere un’esperienza legata a percorsi di fede e per coloro che amano ritrovarsi in luoghi unici. Una realtà, la Via Giovannea, che custodisce itinerari di Fede di straordinaria importanza a livello internazionale. Si provvederà alla riqualificazione dei sentieri sino alla creazione di servizi per il turismo dolce nei territori dei Comuni del Patto per lo Sviluppo, con il coinvolgimento di Carvico, Villa d’Adda, Torre de’ Busi, Calolziocorte e Monte Marenzo.

Nel dettaglio gli interventi, finanziati con un contributo di 400mila euro, sono:

  • Riqualificazione dell’area di sosta a servizio della pista ciclopedonale di collegamento e dei sentieri ciclopedonali connessi e integrati ai percorsi di Papa Giovanni XXIII. Si tratta di un’area di particolare pregio naturalistico, nei territori di Villa d’Adda, Carvico e Cisano Bergamasco
  • Riqualificazione dell’area verde attrezzata adiacente al Borgo Casarola e al plesso storico del San Michele nel comune di Torre de’ Busi
  • Opere di riqualificazione alle piste ciclopedonali nei territori di Calolziocorte e Monte Marenzo
  • Creazione di una rete di servizi con l’installazione di colonnine integrate per l’erogazione di servizi di manutenzione leggera per biciclette e moto elettriche.

TORNA ALLA HOME

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia