Cremasco

Letture virtuali in biblioteca per dare voce ai bambini

Il progetto ha coinvolto i ragazzi delle primarie di Pandino, Nosadello, Palazzo Pignano e Scannabue per alcune settimane.

Letture virtuali in biblioteca per dare voce ai bambini
Cremasco, 04 Giugno 2020 ore 11:37

Nello scorso autunno, gli alunni delle classi quinte dell’Istituto Comprensivo Visconteo hanno partecipato a un progetto di scrittura creativa tenuto da Linee Infinite, casa editrice di Lodi.  I bellissimi racconti dei ragazzi sono sfociati nella stampa del libro “Pensieri, emozioni e fantasia” che ora diventerà protagonista di una lettura virtuale davvero speciale.

“Pensieri, emozioni, fantasia”

Il progetto ha coinvolto i ragazzi delle primarie di Pandino, Nosadello, Palazzo Pignano e Scannabue per alcune settimane. Sotto la supervisione degli insegnanti e con il coordinamento di Simone Draghetti (responsabile editoriale della casa editrice Linee Infinite di Lodi) i ragazzi, organizzati in gruppi, passo dopo passo hanno sviluppato storie di propria fantasia, apprendendo nel contempo le nozioni principali che stanno alla base della scrittura creativa (coerenza, chiarezza, tempi della narrazione).
Il libro contenente tutti i racconti e le illustrazioni realizzate dai ragazzi è stato presentato alle famiglie in un incontro a dicembre e avrebbe dovuto essere presentato per un firmacopie in libreria nel mese di marzo. Un’iniziativa questa che è stata annullata a causa dell’emergenza sanitaria da Coronavirus.

Letture virtuali su Facebook

L’Amministrazione comunale di Pandino, riconoscendo la qualità del lavoro svolto dai ragazzi, ha voluto organizzare queste letture ad alta voce sulla pagina Facebook della Biblioteca, in modo da dare la più ampia visibilità ai racconti. A partire da sabato 6 giugno, (con cadenza ogni mercoledì e sabato alle 17), si terrà “Raccontaci una storia”, la lettura ad alta voce delle storie create dalla fantasia dei bambini.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia