Cultura

L’amore, il sesso e la felicità nell’era Covid

Le relazioni al tempo del Covid nei versi della poetessa trevigliese Ornella Mereghetti.

L’amore, il sesso e la felicità nell’era Covid
Cultura Treviglio città, 01 Aprile 2021 ore 15:19

L’amore, il sesso e la ricerca della felicità ai tempi del Covid-19. Parla di questo "Seme d'Infinito e Buio d'Abisso", la nuova silloge poetica della poetessa trevigliese Ornella Mereghetti, edito da Zephyro Edizioni e uscito proprio in questi giorni.

Le relazioni ai tempi del Covid-19

La continuazione, in poesia, di "Ti bacio la Notte" del 2019 raccoglie una serie di testi intimi e malinconici, che esplorano tra i tanti temi anche quello dell'amore, anche fisico, e delle relazioni.
Tra i versi risuonano i pensieri e le riflessioni dell'autrice, ma anche gli umori, le paure e le speranze di tutti noi negli agghiaccianti mesi del lockdown di aprile. Come in "Lockdown? Distanze!":

"M’improvviso girasole perché del Sole non so stare senza (...). Cerco fili di speranza tra i capelli. E gigli e Stelle tra le mani. Dispenso le emozioni che mi arrivano dal Cuore, nonostante il Covid, nonostante il tempo, nonostante te".

L'ex infermiera innamorata della poesia

Ex infermiera, Mereghetti scrive poesie dall’età di 15 anni quando, per problemi di abuso e d’infanzia negata si è trovata a spendere la sua adolescenza in un orfanotrofio. Lì scrive la sua prima poesia: "Autunno". In quasi 42 anni in corsia, ha coniugato la cura per i pazienti a quella dei versi e delle parole, pubblicando diverse raccolte.
Al suo attivo, Mereghetti ha anche una lunga collaborazione con la Gazzetta della Martesana. Tra le sue raccolte, "Cartoline dall’Inferno- Ricordi d’infanzia" è stato messo in scena per sensibilizzare sul tema della violenza sulle donne. Sue liriche sono presenti in numerose antologie e agende letterarie di poeti contemporanei. "Seme d'Infinito e Buio d'Abisso" è la sua quinta raccolta. In copertina un'opera del pittore trevigliese Battista Mombrini.

TORNA ALLA HOME