Menu
Cerca

Associazione Arma Aeronautica alla scoperta della mostra firmata Nasa

L'associazione Arma Aeronautica di Caravaggio, guidata dal presidente Antonio Pellegri, ha visitato la scorsa domenica la mostra della Nasa "The Human Adventure", che sta facendo il giro del mondo incantando grandi e piccini.

Associazione Arma Aeronautica alla scoperta della mostra firmata Nasa
Cultura Treviglio città, 22 Febbraio 2018 ore 15:18

Domenica scorsa un folto gruppo di appassionati e soci dell’associazione Arma Aeronautica di Caravaggio in collaborazione con la «Caravaggio Aero Space Academy» sono partiti alla volta di Milano per una proposta culturale davvero spaziale firmata dalla Nasa.

La mostra arma aeronautica Caravaggio a Milano

Bastano pochi passi e in un attimo ci si sente tanto piccoli quanto ammaliati dal ritrovarsi davanti a veri e propri pezzi di storia, forse la più folle e geniale: l’avventura dell’uomo nello spazio. Tutto questo è «The Human Adventure», la mostra firmata Nasa, che dal 2011 sta facendo il giro del mondo insieme alle sue meraviglie, concretizzando il sogno di grandi e piccini. Ad accogliere i visitatori all’ingresso della mostra svetta la scritta: “Se da grande sognavi di fare l’astronauta, qui tornerai bambino”. E proprio lo stupore e la meraviglia nell’accostarsi personalmente alle tecnologie che hanno cambiato per sempre la nostra storia, la fanno da padrone lungo tutto il percorso, suddiviso in sei sezioni specifiche.

Pronti per il lancio arma aeronautica Caravaggio a Milano

A catalizzare l’attenzione del gruppo è stato l’appassionato dottor Antonio Pellegri, presidente della sezione Arma Aeronautica di Caravaggio, che ha sapientemente guidato i partecipanti nelle varie sezioni della mostra, allestita fino al 4 marzo allo Spazio Ventura XV di Milano. Nella prima sezione si è potuto camminare su una replica del ponte mobile che collegava a circa 100 metri di altezza il razzo lunare Saturn V con la mitica rampa di lancio a Cape Canaveral, il famoso centro della NASA in Florida. E’ proprio attraverso questo ponte che gli astronauti sono saliti a bordo del Modulo di Comando del Saturn V e hanno iniziato il loro viaggio per la Luna.

Il percorso

Suggestiva è poi stata anche la sezione “Sognatori”, in cui si racconta di come per migliaia di anni il cielo notturno sia stato il “propulsore” dei sogni e opere per scrittori e artisti. E si arriva così alla “Corsa allo spazio”, con la competitiva lotta alla conquista della Luna tra russi e americani. Nella successiva sezione “Pionieri” inoltre è possibile ammirare il Saturno V, l’unico veicolo di lancio capace di trasportare esseri umani al di là dell’orbita terrestre bassa. Curiosa è poi anche la sezione “Resistenza”, nella quale ci si rende conto di cosa significhi vivere in orbita. Il tutto grazie all’esposizione dei cibi in scatola o liofilizzati che nutrivano gli astronauti e l’evoluzione delle tute spaziali, arrivate a contare oltre 10 strati diversi. I più appassionati potranno ammirare anche il modulo di comando dell’Apollo, che portò per la prima volta gli esseri umani sulla luna, il leggendario Space Shuttle e il telescopio Hubble. E c’è persino la possibilità di sperimentare un simulatore di centrifuga spaziale, capace di riprodurre seppure in modo ridotto, la compressione provata dagli astronauti durante il lancio nello spazio.