E "la sventurata rispose"... a Torre rivive la monaca di Monza

Una serata dedicata ad una delle figure più affascinanti di tutta la letteratura italiana interpretata dalla grande attrice Marta Ossoli

E "la sventurata rispose"... a Torre rivive la monaca di Monza
Cultura 30 Settembre 2017 ore 13:43

Quel ramo del lago di Como, o meglio del fiume Oglio. Esatto perché stasera, alle 20.30, l'appuntamento con la più celebre opera di Alessandro Manzoni è a Torre Pallavicina. Protagonista per una sera, uno dei personaggi più misteriosi e affascinanti del romanzo: la monaca di Monza.

Un evento imperdibile

Al centro della serata non ci sarà solo la monaca di Monza. Bensì i capitoli a lei dedicati all'interno del romanzo. Non quelli che leggiamo solitamente, ma quelli censurati. A rendere "concreto" il personaggio di carta, Gertrude appunto, ci penserà la talentuosa attrice Marta Ossoli. Il tutto in una location da sogno: Santa Maria in campagna a Torre Pallavicina.

L'entusiasmo di Cigognani

Tra coloro che hanno espresso il maggior entusiasmo ci ha pensato il vicesindaco di Calcio Giuseppe Cigognani. "Questo è un evento da non perdere per due motivi - ha detto - L'artista, la nostra Marta Ossoli, è bravissima e coinvolgente. Oltre a ciò la location è spettacolare. Santa Maria in campagna è una perla della Bassa a pochi conosciuta. Questa sera è pure visitabile prima e dopo l'evento. Basti dire che era un antico convento dei Servi di Maria con tanto di Chiostro, Sala Capitolare e tanto altro ancora, fra cui un antico crocefisso ove migliaia di persone che ci hanno preceduto hanno lasciato ai suoi piedi gioie e dolori."

Una raffigurazione della monaca di Monza