Cultura
Urgnano

La Rocca di Urgnano si potrà visitare anche nella realtà virtuale

Il progetto sarà curato da Pianura da scoprire.

La Rocca di Urgnano si potrà visitare anche nella realtà virtuale
Cultura Media pianura, 03 Aprile 2022 ore 10:23

Un tour virtuale della Rocca Albani. E’ questo il nuovo progetto che prevede la rivalorizzazione del sito storico-artistico voluto dall’Amministrazione Gastoldi in collaborazione con l’associazione sovracomunale «Pianura da Scoprire».

La Rocca Albani di Urgnano in realtà virtuale

Il progetto prevede alcune specifiche fasi.  Dapprima si procederà con la realizzazione di riprese a 360 gradi effettuate tramite videocamere professionali direttamente nelle sale scelte del Castello, si proseguirà in seguito con la pubblicazione di una app dedicata al tour virtuale, disponibile e distribuita sui principali market di riferimento.
Tante sono le finalità promozionali di questo progetto: in primis si vuole consentire il superamento virtuale delle barriere architettoniche, per far conoscere il bene culturale, senza comunque sostituire le visite in presenza.
Il tour virtuale permetterà di visionare gli ambienti in maniera semplice ed intuitiva utilizzando diverse tipologie di dispositivo (pc, smartphone, tablet). Darà inoltre la possibilità da parte di visitatori in possesso di strumenti di visualizzazione adatti di immergersi totalmente nella realtà virtuale. Infine sarà fornito alle guide un tour guidato multiutente grazie al sistema di «audio/video chiamata a distanza» integrato.

A carico di Pianura da scoprire

Al Comune l’intera operazione non costerà nulla. L’intera spesa per la realizzazione delle riprese al Castello Albani, che formeranno i tour virtuali, sarà a carico dell’associazione Pianura da Scoprire senza alcun onere da parte del Comune, salvo eventuale promozione dello stesso.
Il Comune metterà a disposizione castello ed il relativo materiale illustrativo/fotografico di interesse. Il materiale del tour virtuale rimarrà di proprietà dell’associazione Pianura da Scoprire, il Comune ne acquisirà la disponibilità per l’utilizzo nelle forme che reputerà più opportune (promozione turistica, inserimento su siti ufficiali…) oltre che avvalersi di associazione del territorio per la realizzazione e successiva gestione del progetto.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter