I (primi) cinquant’anni d’arte di Francesco Tresoldi in una mostra della Bcc

Fino al 3 gennaio nella sede della banca, per la prima volta trasformata in sala esposizioni.

I (primi) cinquant’anni d’arte di Francesco Tresoldi in una mostra della Bcc
Treviglio città, 25 Dicembre 2019 ore 08:37

Una mostra per celebrare i cinquant’anni di carriera artistica del pittore caravaggino Francesco Tresoldi. Ha deciso di ospitarla, fino al 3 gennaio,   la «Bcc Caravaggio e Cremasco» che per la prima volta in assoluto ha utilizzato la propria sede per esporre opere d’arte, sulla scorta dell’esperienza di Bcc Treviglio inaugurata con la mostra sulla Prima guerra mondiale. Ma per una «prima» del genere in terra caravaggina non poteva esserci pittore più adatto di Tresoldi, nato da madre cremasca e padre caravaggino, come ha sottolineato anche il presidente del Credito Cooperativo di Caravaggio Adda e Cremasco Giorgio Merigo, presente all’inaugurazione insieme al sindaco Claudio Bolandrini e all’imprenditore caravaggino Luigi Foppa.

Per la prima volta una mostra in Bcc Caravaggio

«Siamo ben lieti di ospitare presso la nostra “Casa del Socio” la mostra personale di Francesco Tresoldi – ha detto Merigo – che festeggia il cinquantesimo annivrsario di un’attività artistica caratterizzata dall’esuberante passione per la pittura, dall’amore per la natura, per il suo paese e per gli altri borghi lombardi. Nei suoi quadri traspare un’identità forte, una tecnica fatta di “colpi di pennello” che sulla tela si trasformano in creatività e armonia.

Chi è Francesco Tresoldi

Francesco Tresoldi ha iniziato a dedicarsi alla pittura fin dalla prima giovinezza, con la cassettina dei colori lasciatagli dal padre prematuramente scomparso. Dopo aver frequentato dei corsi all’Accademia di Brera e allestito una prima personale nel 1969 a Romano, nel 1972 vola a Parigi per esporre al «Salon des Indépendants» e, nello stesso anno, viene invitato ad esporre le proprie opere negli Stati Uniti, a New York e a Providence. Nel 1976 gli viene assegnato il premio della stampa belga alla Biennale Europea di Bruxelles e l’anno dopo allestisce un’importante personale a Monaco di Baviera. Mostre che si susseguono in diverse città italiane, in particolare in Valtellina, ma anche all’estero. Nelle sue mostre più recenti, come quella allestita alla Bcc, Tresoldi ripercorre invece i momenti più significativi del suo lavoro artistico, fatto di una luminosità dolce creata da un mix di colori sapientemente studiato, frutto di un’eperienza lunga cinquant’anni. Grazie al suo continuo lavoro di «atelier» e alle presenze in diversi programmi della Tv di Stato Tresoldi può oggi essere incluso tra gli artisti più rappresentativi del secondo novecento dell’arte lombarda.

TORNA ALLA HOME

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve