Menu
Cerca

Festa dell’Albero, al Susino tutti uniti per un mondo più verde

La classe quarta della scuola Conventino-La Sorgente ha piantato nel parchetto vicino alla cooperativa delle piantine insieme ai ragazzi del "Il Susino"

Festa dell’Albero, al Susino tutti uniti per un mondo più verde
Cultura Treviglio città, 21 Novembre 2017 ore 22:14

In occasione della Festa dell’albero, martedì mattina la classe quarta della scuola Conventino-La Sorgente si è recata alla Cooperativa sociale “Il Susino” di Caravaggio, dove con alcuni ragazzi diversamente abili e l’aiuto dei volontari i bambini hanno potuto piantare le proprie piantine.

L’iniziativa

Torna anche quest’anno la Festa dell’Albero per promuovere l’importanza del verde, contrastare le emissioni di CO2, l’inquinamento dell’aria e prevenire il rischio idrogeologico e la perdita di biodiversità. Accompagnati dalla docente Maria Giovanna Pontoglio, i bambini hanno prima identificato le diverse specie di piante presenti nel vicino parchetto, e una volta identificate con il nome scientifico, origine, famiglia fiori e frutti gli alunni hanno poi disegnato e incollato le diverse foglie sui propri quaderni, in modo da poter ricordare meglio l’esperienza vissuta attraverso questa lezione a cielo aperto. E’ poi seguita la piantumazione delle loro piantine, che è stata festeggiata insieme ai ragazzi e ai volontari del Susino con una gustosa merenda in cooperativa, prima di far ritorno a scuola.

Le origini

La Festa dell’Albero è nata nel 1872 negli Stati Uniti, lo stesso anno in cui venne istituito il primo parco naturale del mondo, il famosissimo parco di Yellowstone. Nella prima edizione furono piantati migliaia di alberi nel Nebraska e in altri stati e nei decenni successivi la festa si è diffusa in numerosi altri paesi del mondo. In Italia è arrivata alla fine dell’Ottocento e, pur con periodi di maggiore o minore fortuna, viene tuttora celebrata e alla luce delle grandi questioni ambientali tende ad assumere significati sempre nuovi e rilevanti. L’essenza della festa, tuttavia, non è cambiata nel tempo, perché il gesto simbolico che ne riassume il senso è, allora come oggi, la piantagione di alberi, coinvolgendo le scuole e, se possibile, tutta la comunità.

Incendi guastafeste

A rovinare i festeggiamenti per questa giornata tutta dedicata al verde e al benessere dell’ambiente è stata la strage provocata dagli incendi registrati durante quest’anno, in cui sono andati a fuoco ben 141mila ettari di boschi: un aumento drammatico rispetto alla media degli ultimi anni. Ci vorranno decenni infatti prima che le aree colpite dagli incendi possano tornare ad essere coperte dalle verdi chiome degli alberi.

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli