Treviglio

Estatepelesa 2021, il 30 luglio in cascina si celebra Vivaldi

L’orchestra sinfonica dei colli morenici sarà diretta dal maestro Paolo Belloli,

Estatepelesa 2021, il 30 luglio in cascina si celebra Vivaldi
Cultura Treviglio città, 20 Luglio 2021 ore 14:56

Si conclude la prima parte della rassegna Fuorilcinema Estatepelesa 2021, nello scenario della storica cascina Pelesa, con una proposta originale: il 30 luglio 2021, alle 21 si terrà un concerto con un’orchestra che porta Antonio Vivaldi e i suoi incanti per la natura in un luogo che della natura è l’espressione.

Vivaldi in cascina

L’orchestra sinfonica dei colli morenici, con la direzione del maestro Paolo Belloli, condurrà il pubblico all’ascolto di due opere vivaldiane che hanno saputo cogliere la meraviglia offerta all’uomo dalla natura.

"E mai come in questo momento noi, uomini del XXI secolo, abbiamo bisogno di riprendere il senso di appartenenza al mondo naturale piuttosto che rimanere ancorati a identità divisive o a radici inaridite - commentano gli organizzatori - Il Cardellino e Le Quattro Stagioni ci aiuteranno a immergerci nella grammatica che la musica ha appreso dalla natura, attraverso le forme di uno stile che, seppure lontano dal nostro tempo, continua ad affascinare e incuriosire".

Le opere

Il Cardellino, concerto per flauto e orchestra con il flauto solista di Federica Ziliani, darà vita a un’atmosfera di idilliaca pace campestre: nel brano il flauto ha un ruolo predominante e sembra imitare il canto degli uccelli in un gioco di invenzione melodica di straordinaria “poesia della natura”.

Le Quattro Stagioni, il ciclo più noto di composizioni vivaldiane, vedrà la partecipazione del violino solista di Germana Porcu. L’opera è composta da quattro concerti ispirati ciascuno a una stagione dell’anno (quando le stagioni erano ancora “quelle di una volta”) e rappresenta uno dei primissimi esempi di musica descrittiva: vi si riconoscono canti di uccelli, temporali, echi di festa e le sensazioni del pastore.

Il sogno bucolico

Si completa così un percorso di proposte culturali dedicati alla vita campestre, iniziato qualche anno fa con L’ Albero degli Zoccoli di Ermanno Olmi e passato attraverso varie interpretazioni del suo sogno, fra suggestioni, riflessioni sulla madre terra, nostalgia e utopie. Con questo omaggio alla città di Treviglio, l’associazione Nuvole in viaggio e la Cooperativa Castel Cerreto sperano di tener vivo il sogno del regista.

"Un grazie speciale a chi ha contribuito - concludono - il Comune di Treviglio, la BCC di Treviglio, la Fondazione Istituti Educativi di Bergamo, Ipercoop di Treviglio, Avis di Treviglio, l’Istituto Ottico di Cristina e Umberto, la gioielleria Bellini Medici e la collaborazione di TAE Teatro, Ass. Libra, Pro Musica, Lab 80, Cowtreviglio, Diversa…mente, Slow Food bassa bergamasca e tutti i volontari".

L’ingresso al concerto prevede un biglietto di 10 euro; ingresso gratuito fino a 26 anni. Per prenotare contattare tramite WhatsApp il numero 353 4297 862 o dalle pagine Facebook Nuvole in viaggio cliccando sul tasto whats app.