Cittadinanza onoraria a Ermanno Olmi

La proposta arriva dalla Lega Nord. Strettissimo il legame tra il film "L'albero degli zoccoli" e il territorio di Mornico al Serio

Cittadinanza onoraria a Ermanno Olmi
Cultura 27 Settembre 2017 ore 18:38

Cittadinanza onoraria a Ermanno Olmi. Il Consiglio di Mornico al Serio ieri ha approvato all’unanimità. Il sindaco si riserva di contattare la famiglia prima di procedere alla calendarizzazione dell’evento. La proposta in una mozione della Lega Nord.

Cittadinanza onoraria a Ermanno Olmi, le motivazioni

Cittadinanza onoraria a Ermanno Olmi, passa la proposta della Lega Nord. Se la famiglia accetterà, la cerimonia verrà calendarizzata tra gli eventi del prossimo anno. Nel 2018 infatti, ricorre il quarantesimo anniversario della vittoria della palma d’oro del film «L’albero degli zoccoli». «Il legame tra il film e il nostro territorio è strettissimo – ha detto Gianangelo Bani, spiegando la mozione. – La stesura è stata fatta in stretta collaborazione con la maestra Angiola Gambarini (con il regista, nella foto) e diverse scene sono state girate in luoghi simbolo di Mornico. Come la cascina castello, l’ex fiera e il palazzo Gambarini. Tra i personaggi si annoverano persone di Mornico. Il film ha dato lustro e rilevanza al nostro territorio, e dato vita alla nascita della festa sull’aia».

I riconoscimenti al film "L'albero degli zoccoli"

«Ermanno Olmi, nato a Bergamo nel 1931, è unanimemente riconosciuto tra i più celebri e influenti registi, scenografi e scrittori – è scritto nella mozione. – Nel 1977 ha girato il film «L’albero degli zoccoli», il più ispirato monumento dedicato alla civiltà contadina. Il film ha vinto la palma d’oro a Cannes, il premio Cesar, un David di Donatello e cinque nastri d’argento».

Un'occasione da cogliere, il quarantennale

«Abbiamo avuto modo di seguire i preparativi  per il prossimo anno in commissione biblioteca e tra le tante proposte questa mancava – spiega Bani. – Considerata l’importanza per il territorio riteniamo giusto cogliere questa occasione. Dopo sarebbe stato troppo tardi vista l’età del maestro». Accordo unanime anche da parte della maggioranza e del consigliere del Partito democratico Enrico Badoni.

Il sindaco si riserva di contattare la famiglia

«Noi siamo in toto favorevoli a questa iniziativa – ha detto il capogruppo di Siamo Mornico, Orlando Bosio. – L’unica cosa che vorremmo inserire nella mozione è di chiedere prima alla famiglia la disponibilità a ricevere la cittadinanza. Solo quando avremo la certezza della loro presenza metteremo in calendario la cerimonia». Il consigliere Badoni ha poi chiesto al sindaco Eugenio Cerea di informare il Consiglio riguardo la risposta della famiglia Olmi.