Cultura
Romano

Borghi storici, 700 mila euro per la rinascita della Rocca

Il Comune ha ricevuto fondi dalla Regione per riqualificare il castello simbolo della città in vista di: "Bergamo e Brescia città della cultura 2022".

Borghi storici, 700 mila euro per la rinascita della Rocca
Cultura Romanese, 09 Novembre 2021 ore 14:35

Il Comune di Romano ha ricevuto fondi dalla Regione per riqualificare il castello simbolo della città in vista di: "Bergamo e Brescia città della cultura 2022".

Fondi per la Rocca

Il Comune di Romano è risultato uno dei destinatari del bando “Borghi storici”. La città ha ricevuto 564.380 euro che rappresentano la seconda tranche di fondi in arrivo da Regione Lombardia. Il Comune di Romano infatti per partecipare al bando regionale ha presentato un progetto a step che nello specifico riguarda la ristrutturazione della corte veneta, la torre grande posta a nord ovest. Ma non solo, il progetto diviso a fasi, non incluse nei lavori, che partiranno se arriveranno i fondi dal bando regionale, comprende anche il rifacimento della pavimentazione della piazza antistante al castello, dei giardini interni ed esterni e di via Cesare battisti, realizzando un unico percorso pedonale che unisce la cerchie, il teatro della fondazione Opere Pie Rubini, la Rocca fino a Palazzo Rubini e la centro storico.

La via del condottiero Colleoni

Un progetto ambizioso e che ora può avanzare ad uno step successivo. I 564 mila euro arrivati da Regione si vanno a sommare ai 209 mila euro messi sul tavolo dal Comune per gli interventi al Castello. La Rocca così potrà diventare un museo visitabile. I lavori infatti permetteranno in primavera ai turisti di visitare i camminamenti e le torri medievali. La Rocca rappresenta l’età medievale romanese. La città infatti in epoca medievale aveva una posizione strategica per il controllo del territorio, tant’è che fu scelta da Bartolomeo Colleoni, essendo collocata sul confine delle tre provincie di Brescia, Bergamo e Cremona. Colleoni capì da subito l'importanza strategica del controllo Romano tant'è che ne fece un avamposto militare, con la Rocca come torrione difensivo. E proprio nell’ottica del turismo che s’inseriscono gli interventi di riqualificazione. Nel 2022 Bergamo e Brescia saranno “Città della cultura”. Il percorso turistico culturale ed enogastronomico infatti si svilupperà per un parte lungo la via Colleonesca del Serio tra Malpaga, Cavernago e Romano, alla riscoperta dei luoghi del condottiero. fine settimana è stata l’occasione per rilanciare il progetto Rocca museo nel museo. Con l'apertura dei camminamenti ai visitatori verrà proiettato un cortometraggio che ha come tema la congiura del Vismara che in epoca medievale si consumò tra i castelli di Malpaga e Romano.

Città della Cultura

Regione Lombardia in vista del grande appuntamento del 2022 ha stanziato 60 milioni di euro. Sono tanti i Comuni lombardi che riceveranno il contributo regionale per realizzare interventi di riqualificazione dei borghi storici. Lo ha annunciato l'assessore al Territorio e Protezione civile, Pietro Foroni, a seguito della pubblicazione delle domande ammesse al finanziamento, nell'ambito del bando regionale rivolto agli enti locali per la valorizzazione del territorio e dei borghi storici.

"Sono estremamente soddisfatto - ha detto Foroni - del risultato raggiunto. Questa procedura, finanziata interamente da Regione con una cifra pari a 60 milioni di euro, è la prova dello straordinario sforzo finanziario che l'istituzione regionale compie per valorizzare i nostri Comuni e renderli più attrattivi, in un'ottica di turismo culturale attraverso interventi su aree e immobili di interesse pubblico. Vogliamo avviare processi virtuosi di recupero urbano che avranno un impatto positivo anche sulla ripresa economica dei territori duramente provati dall'emergenza Covid-19. L'impegno della Giunta - ha sottolineato Foroni - non finisce qui. Da assessore regionale ho preso l'impegno di chiedere l'ottenimento di ulteriori risorse per finanziare i restanti Comuni ammessi alla graduatoria, finanziabili per punteggio finale maggiore o uguale a 60".