Barche volanti a Soncino: ecco la Biennale

La manifestazione sarà dedicata all’artista scomparso Marco Grazioli

Barche volanti a Soncino: ecco la Biennale
Cultura 24 Agosto 2017 ore 15:41

Il conto alla rovescia è finito e la IX edizione della «Biennale di Soncino» apre i battenti.

Inaugurazione e artisti

L’inaugurazione della «Biennale di Soncino» si terrà sabato 26 agosto alle 17.03, orario insolito ma che sa farsi ricordare. La manifestazione sarà dedicata all’artista scomparso Marco Grazioli, e per un mese il borgo sarà invaso da opere di artisti contemporanei. Specialmente giovani alla ricerca di visibilità.
È proprio la promozione dei nuovi talenti l’intento dei collaboratori dell’associazione «Quartiere3» di Castelleone e del soncinese Demis Martinelli. In tutto, tra esposizione e mostre satellite, sono stati coinvolti oltre 150 tra pittori e scultori.

I luoghi

Saranno molte le aree interessate dall’esposizione: la Rocca, certamente. Ma anche l’ex «Filanda Meroni», il «Museo della stampa», il «Bosco urbano», la «Villa Rossa» di via IV novembre, il «Parco del Tinazzo». Oltre ad alcuni esercizi commerciali. Di più, la Biennale si espande in alcune vie del paese e occupa la sala mostre di Soresina e l’ex «Filanda Jacini» di Casalbuttano.

Le opere

Le opere esposte dialogano con la storia del borgo soncinese. In via della Valle, sotto la quale si snoda l’antico sistema idrico di Soncino, sono state installate le singolari barche di Francesca Baldrighi, Luca Bray, Giulia Ronchetti e Silvia Trappa. La strada si trasforma in una scenografia galleggiante, caratterizzata dalle barche decorate sospese a mezz’aria. Non mancheranno appuntamenti musicali.