Bando Viaggio in Lombardia: dalla Regione contributi a Comuni ed enti bergamaschi per 223mila euro

Premiato anche il progetto promosso da Provincia di Bergamo, Brignano, Caravaggio, Cavernago, Misano, Treviglio e Urgnano.

Bando Viaggio in Lombardia: dalla Regione contributi a Comuni ed enti bergamaschi per 223mila euro
Treviglio città, 06 Dicembre 2019 ore 14:34

Sono ben tre i progetti di Comuni ed enti della provincia di Bergamo finanziati da Regione Lombardia nell’ambito della seconda edizione del bando Viaggio in Lombardia, per un contributo regionale di 222.958,09 euro.

Bando Viaggio in Lombardia

A livello regionale, sono 13 quelli selezionati per un contributo complessivo di un milione di euro. L’obiettivo della misura è promuovere e sostenere i borghi e, in generale, gli enti locali lombardi, al fine di valorizzare il potenziale di attrattività turistica della regione, sviluppare prodotti turistici esperienziali e rafforzare i flussi di visitatori sul territorio.

“Ancora una volta i Comuni e gli enti territoriali bergamaschi hanno colto il senso di un bando che sostiene in maniera concreta tanti borghi lombardi nelle loro attività di promozione territoriale – dice Lara Magoni, l’assessore al Turismo, Marketing Territoriale e Moda di Regione Lombardia. Viaggio in Lombardia, giunto alla seconda edizione, dimostra di essere uno strumento particolarmente apprezzato dagli enti locali proprio perché rende i territori i veri protagonisti della loro attrattività”.

I progetti

Il primo progetto è “Val Brembana da scoprire” ha come enti proponenti la Comunità Montana Valle Brembana e i Comuni di Averara, Carona, Cusio, Dossena, Piazza Brembana, Roncobello, Zogno. L’iniziativa propone la Valle come luogo in cui provare esperienze entusiasmanti e coinvolgenti a tema naturalistico, culturale ed enogastronomico. Il contributo regionale concesso è di 97.580 euro.

Il secondo progetto si intitola “Il Monte Canto: tra natura, fede ed enogastronomia” ed è firmato dai Comuni di Sotto il Monte Giovanni XXIII, Mapello e Ambivere. L’obiettivo è valorizzare i percorsi culturali che si snodano tra i Comuni dell’Isola bergamasca, segnati dalla presenza del Monte Canto, attraverso itinerari esperienziali legati alla conoscenza delle peculiarità ecologiche, artistiche, spirituali ed enogastronomiche. I turisti saranno accompagnati da storici locali, guide naturalistiche e produttori alla scoperta di monumenti come l’Abbazia romanica di Sant’Egidio in Fontanella, il Santuario di Sotto il Monte Giovanni XXIII, il Santuario della Madonna di Prada e il Santuario della Madonna del Castello. Il contributo ammesso è di 67.779,83 euro.

Infine, ecco “Know and taste the local heritage. Viaggi esperienziali nelle terre di confine della Bergamasca”. Il progetto è proposto dalla Provincia di Bergamo e dai Comuni di Brignano Gera d’Adda, Caravaggio, Cavernago, Misano Gera d’Adda, Treviglio, Urgnano. Nella descrizione si legge: “Il progetto è volto al rafforzamento del tessuto connettivo più autentico della nostra storia, quello di palazzi, ville e castelli siti nelle terre di confine della Pianura Bergamasca, storicamente contese tra Repubblica di Venezia e Ducato di Milano”. L’obiettivo è valorizzare le peculiarità e le tradizioni locali “attraverso itinerari esperienziali e degustazioni enogastronomiche che mettano in risalto le potenzialità attrattive dei 6 comuni coinvolti”. Il contributo regionale approvato è di 57.598,26 euro.

Interventi

Tra gli interventi oggetto di Viaggio in Lombardia figurano la realizzazione di attività di comunicazione (pianificazione media, press e blog tour, attività di ufficio stampa…), azioni b2b (educational sul territorio, partecipazione a fiere o workshop…), la declinazione di itinerari tematici esperienziali.

“I progetti presentati, grazie alle risorse regionali, potranno sviluppare percorsi ed attività che esalteranno il potenziale turistico di realtà locali che possono offrire davvero tanto ai visitatori, valorizzando elementi fondamentali come l’arte, la cultura, le tradizioni, i paesaggi e gli itinerari enogastronomici – aggiunge l’assessore Magoni – Il successo del turismo in Lombardia, testimoniato dai recenti dati che parlano di ben 14.271.798 di arrivi e di 35.928.599 di presenze nei primi nove mesi del 2019, con una crescita rispettivamente del 5,8% e del 7,5% rispetto allo stesso periodo del 2018, dipende anche dal grande lavoro di aggregazione svolto dai piccoli borghi, che hanno compreso l’enorme potenziale turistico del territorio. Insomma, un lavoro di squadra importante che permette alla Lombardia di essere vincente”.

TORNA ALLA HOME

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia