Cultura
Dal 27 agosto al 4 settembre

A settembre Treviglio diventa città d'arte (e non solo)

Linguaggio principale sarà quello del teatro, ma non mancheranno eventi di scultura, pittura, canto, danza e cinema.

A settembre Treviglio diventa città d'arte (e non solo)
Cultura Treviglio città, 09 Agosto 2022 ore 17:37

Dal 27 agosto al 4 settembre debutterà il festival Treviglio Città d'Arte: la città ospiterà artisti e artiste locali, nazionali e internazionali. Linguaggio principale sarà quello del teatro, ma non mancheranno eventi di scultura, pittura, canto, danza e cinema. Il festival è pensato per unire esperienze locali ad altre di portata nazionale e internazionale, concentrandosi sull'idea di "arte come espressione del popolo", a partecipazione popolare e che racconti storie popolari. Un'arte che vuole tornare a essere vicina alle persone, abbattendo le distanze.

Treviglio Città d'Arte

Ad aprire la serie di iniziative, giovedì 1 settembre alle 21, in via sant'Agostino 7, sede del Collettivo Karvansaray, sarà "La Terra dei Canti", prezioso documentario ideato e scritto da Cinzia Ferrante, con la regia di Vincenzo Agosto, che sarà presente alla proiezione. Il documentario ricostruisce, grazie all’intreccio di interviste, immagini, musiche e parole, tre possibili vie di trasformazione di canti che provengono dalla tradizione orale italiana. Il pre-serata sarà animato dalla performance vocale del trio "Aquelar" (da Napoli), che avrà appena condotto il workshop (27-28 agosto) sui canti popolari al femminile, sempre nella sede del Collettivo.

Venerdì 2 dalle 20.30 in Piazza Manara, l'associazione "Viandanze" di Nembro, accompagnerà tutte le persone che vorranno unirsi all'esperienza, nel mondo delle danze popolari passando da quelle marchigiane a quelle scozzesi. Sabato 3 settembre alle 18 a Castel Cerreto andrà in scena "Di famiglia in famiglia: i Rozzone, una famiglia da scoprire", uno spettacolo commissionato dal Comune di Treviglio all'interno del progetto promosso dalla Provincia di Bergamo “Di Famiglia in famiglia”.

"La storia della famiglia Rozzone permette di addentrarsi in territori della Bassa Bergamasca. In particolare, il passaggio a Castel Cerreto invita alla scoperta della cooperativa agricola qui sita che propone un modello di impresa contadina basato sul rispetto della natura e sulla valorizzazione del territorio nei suoi aspetti paesaggistici, culturali e umani. I Rozzone, famiglia di origini milanesi, acquisisce dalla Comunità Trevigliese le terre che formeranno l’attuale territorio, edificando verso la fine del XIII secolo, un Castello cinto da fossato. L’edificio era posto a lato della Strada dei Malgari e circa cinquecento metri a sud del nuovo confine di stato del Fosso Bergamasco. Aveva funzione di residenza, avamposto di difesa e postazione di dogana".

La città di Treviglio decide di tradurre la proposta della Provincia in uno spettacolo teatrale. Lo spettacolo è affidato alla compagnia Disibiglio, che fa della storia dei Rozzone una cena di famiglia (l'ultima?) imprevedibile, divertente e misteriosa.

Alle 21, in piazzetta Santagiuliana sarà la volta dello spettacolo "Mercedes, la cantora popular", un omaggio alla figura e alle canzoni della cantante popolare argentina, a cura della compagnia milanese "Teatro dei Simili".

Eventi di punta di domenica 4 settembre sono: l'appuntamento annuale con la "Biblioteca Vivente", un percorso multiartistico all'interno del chiostro della Biblioteca Civica, a cura dei componenti del Collettivo Karvansaray, con tema "Tra l'andare e il restare" e l'arrivo da Parigi del duo clownesco "Don't feed the cat" col suo show "Regalo Mio". (alle 21 nel cortile del Karvansaray). Il duo sarà anche presente con atti poetici pubblici in giro per la città durante il festival.

Eventi per i bambini

Tutti gli eventi sono adatti per qualsiasi fascia d'età. In particolare per bambini e bambine sono state pensate due attività: sabato 3 dalle 14, potranno dipingere via Sangalli con gessetti colorati guidati da Battista Mombrini e domenica 4 in Piazza Setti dalle 9 alle 17 appuntamento con la Land Art di Marta Zucchinali per costruire una grande opera e per la sua estemporanea.

Per la durata di tutto il festival in Piazza Garibaldi saranno presenti gli scultori trevigliesi con il loro simposio e la scuola di scultura del legno all'aperto.

Teatro all'aperto

Da segnalare anche le pratiche teatrali all'aperto e a libera partecipazione (sabato dalle 14 al parcheggio di Mc Donald's in viale Manzoni e domenica dalle 14 in Piazza Manara) dell'Associazione torinese "Pandorama" guidata da Carlo Cusanno. Il gruppo si occupa di teatro sociale e di comunità e, oltre ai momenti di condivisione pubblica, terrà una residenza artistica "Meraviglio!", dal 30 agosto al 4 settembre, alla quale è possibile iscriversi.

C'è anche un fuori programma: il concerto/reading del gruppo locale "Pezzi Fluttuanti", martedì 30 nel cortile del Collettivo alle 21.

La rassegna è reao possibile dal Comune di Treviglio, dal Distretto del Commercio e da McDonald's Treviglio: eventi e spettacoli sono tutti gratuiti e a ingresso libero. Il workshop di canto e la residenza a prezzi popolari. Per i dettagli, basta seguire la pagina FB e Instagram di Teatro Kim di Mari Celeste Criniti, direttrice artistica e organizzativa dell'evento, coadiuvata da Massimiliano Scabeni e Marta Zucchinali. Oppure scrivere qui atelierteatrokim@gmail.com; tel. 333/3203849.

 

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter