Menu
Cerca

Stelle cadenti, ecco tutto quello che dovete sapere

Oggi è San Lorenzo, ma le Perseidi saranno visibili soprattutto durante il weekend

Stelle cadenti, ecco tutto quello che dovete sapere
Cultura 10 Agosto 2017 ore 15:15

E’ un appuntamento che nessuno vuole perdersi. Anche i meno romantici, una volta all’anno, cedono al fascino delle stelle. Tutto merito delle Perseidi che nella notte di San Lorenzo, ovvero questa notte (ma in realtà saranno visibili per più giorni), ci faranno stare per ore con il naso all’insù in cerca di una stelle cadente per esprimere il desiderio che portiamo nel cuore.

Un fenomeno scientifico

La pioggia di stelle cadenti che caratterizza la notte di San Lorenzo, altro non è che lo sciame della cometa Swift-Tuttle che ogni anno incrocia l’orbita terrestre regalandoci questo meraviglioso fenomeno. Le Perseidi, frammenti di materiale che a contatto con l’atmosfera s’incendiano, sono visibili già dal 15 luglio e potranno essere viste fino almeno al 24 agosto, ma come sempre i giorni di picco si concentrano attorno alla tradizionale data del 10 agosto.

Il picco nel weekend

Questo fine settimana, il 12 e 13 agosto, sarà il momento migliore per godersi lo spettacolo. Le condizioni di quest’anno, secondo gli astrofili non sono del tutto sfavorevoli, ma vedere lo sciame delle stelle cadenti non sarà cosa facile. A disturbare sarà anche la luminosità della luna che a inizio settimana era piena. Come fare quindi? I consigli sono sempre gli stessi: scegliere un luogo poco illuminato e sdraiarsi, preferibilmente su un bel prato. Prima di mezzanotte la luce lunare non dovrebbe interferire.

Dove guardare

Ma la domanda che tutti ci poniamo è: dove guardare? Lo sguardo si perde nella vastità del cielo e spesso cercando di “tener d’occhio” tutto si finisce col perdere la possibilità di vedere una stella cadente. Il nostro sguardo (meglio se con strumenti di osservazione più potenti) dovrà essere puntato a Nord Est verso la costellazione di Perseo. Per essere precisi lo sciame arriverà a manifestarsi nella parte sopra alla costellazione di Perseo nello spazio che la divide da Cassiopea. Ma se non sapete proprio di cosa stiamo parlando niente paura: sono disponibili moltissime app per gli smartphone che sapranno aiutarvi.

Siete pronti adesso? Allora buona visione: che la caccia alla stella cadente abbia inizio! Buona fortuna!

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli