Cronaca
Crema

Vuole farla finita e tenta di gettarsi nel Serio, 50enne salvato dai carabinieri

All'origine del suo gesto una depressione per problemi famigliari.

Vuole farla finita e tenta di gettarsi nel Serio, 50enne salvato dai carabinieri
Cronaca Cremasco, 29 Settembre 2021 ore 14:35

Voleva farla finita e per questo nel tardo pomeriggio di lunedì aveva raggiunto la riva del Serio con l'intenzione di buttarvisi dentro. Grazie alle segnalazioni e all'intervento dei carabinieri è stato soccorso e salvato.

Vuole farla finita gettandosi nel Serio

Tragedia evitata a Crema grazie anche al tempestivo e risoluto intervento dei carabinieri dell’Aliquota Radiomobile e del personale sanitario della Croce verde, intervenuti rapidamente per scongiurare il gesto estremo di un 50enne. L'allarme è scattato intorno alle 18.30 del 27 settembre quando una telefonata al 112 ha segnalato la presenza di un uomo, molto agitato, lungo l'argine sinistro del fiume, nei pressi “Parco del Serio”. L'intento era chiaro: il 50enne stava cercando di proposito di gettarsi nelle fredde acque del fiume.

La Centrale Operativa dei Carabinieri di Crema ha inviato subito sul posto una gazzella dell’Aliquota Radiomobile che ha preso contatto con la persona che aveva lanciato l'allarme. I militari si sono quindi messi alla ricerca dell’uomo riuscendo a individuarlo a una distanza di circa due chilometri dal punto della prima segnalazione.

Bloccato e salvato dai carabinieri

Alla vista dei militari, però, è scappato lungo i prati del parco inseguito a piedi. Durante la fuga ha tentato di raggiungere l'acqua, ma è stato immediatamente bloccato dai militari. Il 50enne, completamente alterato e in preda a una grave crisi psicomotoria, ha cercato di liberarsi con tutte le sue forze, divincolandosi e tentando nuovamente la fuga. Raggiunto e definitivamente bloccato il 50enne è stato poi accompagnato da personale medico in ospedale a Crema dove, nonostante i tentativi di tranquillizzarlo l’uomo ha continuato a
manifestare le sue intenzioni suicide, rendendo necessario il suo ricovero in ospedale.

I carabinieri hanno poi allertato i famigliari e potuto accertare che prima di recarsi al fiume aveva assunto un'intera scatola di antidepressivi. All'origine del suo malessere alcuni problemi famigliari e la separazione in corso con la moglie.