Volevano incassare la vincita dei “Gratta e vinci”, ma erano rubati: due denunce per ricettazione

Nelle abitazioni sono stati trovate altre centinaia di biglietti rubati nelle tabaccherie di Crema e Soresina.

Volevano incassare la vincita dei “Gratta e vinci”, ma erano rubati: due denunce per ricettazione
Cremasco, 24 Luglio 2019 ore 13:41

Volevano incassare la vincita del Gratta e vinci, ma era rubato: due denunce per ricettazione. In casa, i carabinieri, hanno trovato centinaia di biglietti provenienti da tabaccherie derubate.

Fermati a Offanengo

E’ successo ieri, 23 luglio. Intorno alle 7.20 i carabinieri della stazione di Romanengo insieme al Norm della Compagnia di Crema hanno fermato, all’interno di un locale di Offanengo, un 28enne e una 20enne entrambi marocchini mentre cercavano di riscuotere la vincita di alcuni biglietti del Gratta e vinci che, da successivi accertamenti, sono risultati rubati la notte scorsa nella tabaccheria Fumo e profumo di Soresina.

Gratta e vinci rubati

I carabinieri hanno proseguito alla perquisizione domiciliare dove sono stati rinvenuti altri 350 biglietti Gratta e vinci e altri 700 tagliandi la cui provenienza è in fase di accertamento. Di certo, tra quelli, ci sono anche quelli rubati la notte del 5 luglio scorso all’interno del bar “51” di via IV novembre a Crema.

Le indagini sono tuttora in corso e l’autorità giudiziaria è stata informata. I due, B.M., 28 anni marocchino disoccupato residente a Crema e K.C., 20 anni disoccupata di Soresina, già censurati sono stati denunciati a piede libero alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cremona per ricettazione in concorso.

TORNA ALLA HOME

 

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia