Violenza sulle donne, agli arresti un 50enne

Insulta, minaccia e picchia la convivente anche davanti la figlia di 9 anni. Contestata anche la tentata violenza sessuale.

Violenza sulle donne, agli arresti un 50enne
Cronaca Treviglio città, 14 Novembre 2018 ore 09:13

Ieri sera i carabinieri della compagnia di Treviglio hanno dato esecuzione alla misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di un 50enne italiano che picchiava e insultava la moglie anche davanti a una bimba di nove anni. Un altro caso di violenza sulle donne a pochi giorni dal 25 novembre.

Violenza sulle donne anche davanti alla figlia

I fatti in questione si sono verificati in provincia di Milano negli ultimi 3 anni circa. Un anno fa le cose sono peggiorate e così sono iniziate le indagini di rito da parte dei Carabinieri. L’uomo nel frattempo si era trasferito a Osio Sotto. Ricostruiti diversi episodi di ingiurie, di minacce e di violenze psicologiche. In alcune occasioni, il 50enne ha anche lanciato degli oggetti contro la convivente, un’italiana 46enne. Alcuni atti di violenza contestati al 50enne sarebbero avvenuti anche davanti alla loro figlia minorenne di soli 9 anni e per tale ragione è stata contestata all’uomo l’aggravante specifica della violenza assistita.

Speronamento in auto, lancio di oggetti e tentata violenza sessuale

A volte, il convivente maltrattante distruggeva gli oggetti presenti in casa, sfogando così la proprio rabbia indirizzata contro la donna. In un caso, l’uomo avrebbe anche speronato l’autovettura della 46enne, provocando così un incidente stradale, scagliandosi inoltre subito dopo contro il veicolo della donna, colpendone i vetri con dei pugni. In un caso la vittima è stata costretta anche a rivolgersi alle cure dei medici in conseguenza delle lesioni subite. E’ stato contestato inoltre un tentativo di violenza sessuale ai danni della donna, non portato a termine grazie alla pronta reazione della stessa. Violato anche il divieto di avvicinamento disposto dall’A.G. Minorile nei confronti del 50enne, che è così costato all’uomo anche il reato di violazione del provvedimento di un Giudice.

Arresti domiciliari

Ieri sera, quindi, l’esecuzione del provvedimento cautelare personale da parte del Comando Stazione di Osio Sotto (BG) emesso dal GIP del Tribunale di Milano, che hanno infatti arrestato e sottoposto in regime di arresti domiciliari il 50enne. Oltre ai maltrattamenti aggravati in famiglia, l’A.G. di Milano ha contestato al violento ex convivente anche le lesioni personali aggravate, la tentata violenza sessuale e l’inosservanza di un provvedimento del Giudice. Nei prossimi giorni sarà interrogato dal GIP del Tribunale di Milano.

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità